Il ministro Fioramonti in un’intervista a La Repubblica: “O tre miliardi a scuola e università o mi dimetto. Non si governa con la paura”.

ROMA – Lunga intervista ai microfoni di La Repubblica per il ministro Fioramonti. Il titolare del dicastero dell’Istruzione è pronto a fare un passo indietro in caso di mancanza di fondi sulla scuola nella manovra: “O tre miliardi o mi dimetto? So cosa ho detto e sono un uomo di parola. Dopo una serie di esecutivi che hanno tagliato sull’istruzione non mi posso accontentare di un governo che smette di prelevare dal Miur. Bisogna investire e con forza“.

Il ministro Fioramonti: “Con la paura non si va avanti”

Il ministro Fioramonti è tornato su questo esecutivo: “Il punto è che non si può continuare ad amministrare un Paese con la paura di perdere il consenso – ha ribadito il titolare del Miur – alla fine tutto questo si trasforma in paura del futuro. Per noi si tratta di un’occasione irripetibile: un governo progressista può e deve sincronizzare l’Italia sull’orologio delle nazioni più progredite, che da anni hanno già fatto quello che io provo a proporre a cominciare da un finanziamento importante, continuo e puntuale a ricerca, università e scuola“.

Lorenzo Fioramonti
fonte foto https://www.facebook.com/lorenzofioramonti1977/

“Bisogna mettere soldi sulla ricerca”

Fioramonti ha chiesto di “investire sulla ricerca senza nuovi vincoli“. E rincara: “Non è certo bello scoprire su Internet l’esistenza di norme che riguardano il mio settore senza che nessuno mi abbia coinvolto“.

Conclusione finale sulle industrie: “Se le aziende plastiche non cambiano modo i produrre, tra pochi anni chiuderanno. Mettere tasse di scopo che invoglino le industrie a migliorare e spingano le famiglie a rivedere abitudini sbagliate sono un piccolo prezzo da pagare oggi per avere minore costi, in salute per esempio. Sono convinto che siamo sulla strada giusta“.

fonte foto copertina https://www.quirinale.it/elementi/35596

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
evidenza governo Lorenzo Fioramonti politica primo piano scuola

ultimo aggiornamento: 06-11-2019


Roma, a scuola un corso d’arabo. La Lega: “Inaccettabile”

Ex Ilva, terminato vertice a Palazzo Chigi. ArcelorMittal avvia il ritiro dall’Italia