L’intervista di Paolo Gentiloni a ‘Mezz’ora in più’: “Non fare una tragedia sul Mes. La decisione spetta al governo”.

ROMA – Ritorna a parlare dopo il Consiglio Europeo Paolo Gentiloni e lo fa in un’intervista ai microfoni di Mezz’ora in più. Il commissario Ue ha ribadito che il Mes è “uno strumento che Bruxelles ha deciso di mettere a disposizione degli Stati ma toccherà ad ogni singolo governo decidere se utilizzarlo oppure no. Non credo sia il tema dirimente anche se capisco le implicazioni nella politica italiana“.

E aggiunge: “Si tratta di una delle questioni più semplice tra tutte quelle che abbiamo affrontato. Una linea di credito fino al 2% di Pil che ogni Paese deve utilizzare ad una sola condizione: che questi soldi prestati siano usati per la spesa sanitaria“.

“Linea dell’Italia coerente”

L’ex premier italiano ha elogiato il comportamento del Governo in questa discussione europea: “Nei confronti di Bruxelles – ha ammesso Gentiloni – la maggioranza ha tenuto una linea di grande coerenza. E questa è forse una delle caratteristiche più evidenti della compagine giallo-rossa che si è insediata ad agosto“.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Paolo Gentiloni
Paolo Gentiloni

Gentiloni sul patto di stabilità

Nell’intervista Gentiloni è ritornato anche sul patto di stabilità: “La sospensione è una decisione storica. Non soltanto per quello che ne viene all’Italia ma perché esprime la consapevolezza che servono degli strumenti comuni“.

Decisioni che in passato non sono state prese: “Durante la crisi di 10 anni fa – ha concluso il commissario – se un Paese aveva bisogno si diceva chiedete aiuto a condizioni spesso draconiane, e vi sarà dato. In questo momento tutti hanno bisogno di supporto. Draghi per due anni ha chiesto una politica economica associata ad una politica monetaria comune. Questa crisi ci ha permesso di fare molti passi in avanti“.

Scarica QUI il testo del Decreto Cura Italia per conoscere le norme a sostegno delle famiglie e delle imprese.

ultimo aggiornamento: 27-04-2020


Dl aprile, stop ai licenziamenti per altri due mesi. Verso la proroga il bonus baby sitter

Chi riapre il 4 maggio? I codici ATECO