Israele, minaccia dell'Iran: "Imminente attacco". C'è una data
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Israele, minaccia dell’Iran: “Imminente attacco”. C’è una data

Missili di guerra israeliani

Nuova escalation del conflitto tra Israele e Hamas con l’intervento dell’Iran che sarebbe pronto ad un “attacco imminente”. Ecco quando.

Il conflitto tra Israele e Hamas ed in generale quello in Medio Oriente potrebbe presto avere una ulteriore escalation con l’Iran che sarebbe pronto ad un “attacco con droni e missili”. La telefonata di Biden a Netanyahu che ha portato gli israeliani ad una apertura sulle questioni relative agli aiuti umanitari e alla maggiore attenzione per i civili, non sembra aver allentato la tensione. Anzi. Le azioni di Israele avrebbero generato la rabbia dell’Iran come risposta all’attacco israeliano di lunedì a Damasco.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Missili di guerra israeliani

Israele, la minaccia dell’Iran e l’attacco “imminente”

Secondo quanto si apprende dalla CNN ma anche da Cbs News, la situazione tra Israele, Hamas e l’Iran è caldissima. In particolare, adesso, gli Stati Uniti starebbero temendo una “vendetta” dell’Iran verso le forze israeliane come risposta all’attacco di lunedì a Damasco che ha visto diversi comandanti iraniani perdere la vita.

L’attacco dell’Iran per vendicarsi su Israele avverrà “probabilmente entro la fine del Ramadan la prossima settimana”, almeno questo stando alle fonti ci intelligence citate da Cbs News. Possibile che le forze iraniani utilizzino droni e missili da crociera.

Biden e ONU in pressing per aiuti e liberazione ostaggi

Al netto dei forti timori per la reazione dell’Iran, Joe Biden ha scritto ai leader di Egitto e Qatar per provare a fare pressione su Hamas per un accordo con Israele sugli ostaggi. A spiegare tale posizione degli USA è stato un funzionario dell’amministrazione americana, secondo quanto riportato dai media esteri. In questo senso, le lettere sarebbero state portate a Il Cairo dal direttore della Cia Bill Burns.

Anche l’ONU sta provando a fare la sua parte e il segretario generale, Antonio Guterres, sui social, ha spiegato: “All’indomani della tragedia che ha colpito la World Central Kitchen l’Onu è stata informata dal governo israeliano della sua intenzione di consentire un aumento significativo degli aiuti umanitari distribuiti a Gaza. Mi auguro sinceramente che tali intenzioni si concretizzino efficacemente e rapidamente”.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 6 Aprile 2024 8:32

New York trema: terremoto di magnitudo 4.8 sveglia la East Coast

nl pixel