La produzione industriale vola in Italia. I dati dell’Istat hanno confermato un ritorno ai livelli pre-Covid.

MILANO – Vola la produzione industriale in Italia. Secondo quanto riferito dall’Istat citato dall’Ansa, nel 2021 l’industria ha registrato un incremento dell’11,8% rispetto ad una flessione dell’11,4% dell’anno della pandemia. Si tratta di un andamento molto importante per la ripartenza del Paese visto che si è tornato ai livelli pre-Covid.

Il trend sembra essere destinato a confermarsi anche nei prossimi mesi, ma bisognerà capire se la variante Omicron avrà rallentato un po’ questa crescita.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

I dati Istat sulla produzione industriale

Andando a vedere nei dettagli questi dati, possiamo notare come l’indice destagionalizzato di dicembre supera del 2% quello di febbraio 2020. E questo significa che c’è stata una crescita importante del nostro Paese dopo un periodo molto complicato per la pandemia.

La produzione industriale, quindi, ha ripreso a correre ed ora vedremo se il trend sarà confermato nei prossimi mesi o ci sarà una frenata fortemente legata alla variante Omicron. I prossimi dati, quindi, saranno fondamentali e solo in quel momento capiremo realmente se ci sarà il cambio di passo definitivo per provare a mettersi alle spalle il periodo complicato per la pandemia.

Operai Industria
Operai Industria

La variante Omicron frena la ripartenza?

Come detto, la ripartenza è fortemente legata alla prima parte del 2021, ma in questa seconda non possiamo escludere delle frenate fortemente dovuta alla variante Omicron. La speranza è quella di poter avere dei riscontri positivi in futuro per iniziare a guardare con maggiore fiducia al futuro.

Ci aspettiamo, quindi, dei numeri importanti nei prossimi mesi. Dati che dovrebbero confermare una frenata della produzione industriale anche in questa prima parte del 2022, ma la situazione potrebbe tornare alla normalità già nella seconda metà dell’anno visto che la pandemia sembra avere un ulteriore rallentamento dei casi.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 09-02-2022


Nuovo record di energia prodotta, la fusione nucleare è più vicina

Caro bollette, in arrivo un nuovo decreto “di ampia portata”