La produzione industriale ha registrato un calo ad ottobre secondo gli ultimi dati Istat. Positivo il confronto con i livelli pre-pandemia.

ROMA – Il mese di ottobre è stato negativo per la produzione industriale almeno secondo gli ultimi dati Istat. L’Istituto di statistica, come riferito dall’Ansa, che nel periodo periodo in questione c’è stato un calo dello 0,6% rispetto a settembre.

Mentre su base trimestrale, almeno sempre secondo questo report, c’è stato un incremento dello 0,6%. Un aumento che sembra essere strettamente legato ad una ripresa economica che è sicuramente molto forte nel nostro Paese rispetto alla prima parte dell’anno.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Numeri positivi rispetto al periodo pre-pandemia

I numeri comunque sono positivi rispetto al periodo prima della pandemia. “Il confronto con il valore di febbraio 2020, mese antecedente l’inizio dell’emergenza sanitaria – si precisa sempre nel report – è positivo. Il livello destagionalizzato dell’indice di ottobre è superiore dello 0,7%“.

Operai
Operai

Aumenta la produzione su base annua

L’incremento è stato registrato anche su base annua. Il dato è del +2% rispetto al 2020. Inoltre, sono stati segnalati aumenti anche per quanto riguarda i beni intermedi (+3,4%), beni di consumo (+2,7%), energia (+1,8%). Si è avuto, invece, un calo per quelli strumentali (-0,1%).

Sempre nel report dell’Istat è stato sottolineato come “l’indice destagionalizzato cresce solamente su base congiunturale per l’energia (+2,3%) mentre è stato registrato un calo per quanto riguarda i beni intermedi (-0,8%), i beni di consumo (-0,9%) e i beni strumentali (-1,4%).

La situazione, quindi, continua ad essere ancora incerta soprattutto per l’emergenza Covid. Il quadro complessivo, comunque, ha registrato un leggero incremento anche rispetto al periodo pre-pandemia e questo può essere sicuramente un dato positivo soprattutto per il futuro. I dati di novembre e dicembre daranno maggiori certezze sull’andamento dell’economia nel nostro Paese e soprattutto su cosa ci si può aspettare dal futuro.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 10-12-2021


Bonomi contro i sindacati: “Sciopero sbagliato. Gli imprenditori saranno in fabbrica”

Cite, in Italia stop alla produzione di auto benzina o diesel entro il 2035