Covid, anche l’Italia teme la pandemia dei non vaccinati: l’obbligo vaccinale per alcune categorie resta un’ipotesi.

La pandemia dei non vaccinati spaventa anche l’Italia, dove si assiste un moderato aumento dei casi e un lieve aumento dei ricoveri. Anche il Commissario Figliuolo, in un circolare inviata alle Regioni, chiede di rafforzare e potenziare la campagna di vaccinazione per evitare che il virus torni a circolare in maniera allarmante.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

L’efficacia del vaccino

L’Istituto Superiore di Sanità, analizzando gli ultimi dati a disposizione, sostiene che chi non è vaccinato rischia di contagiarsi 6 volte di più rispetto ai vaccinati se si tratta di under 40. Nel caso di over 40 i non vaccinati rischiano di contagiarsi 4 volte in più. Anche per quanto riguarda i ricoveri i numeri sono decisamente indicativi: chi non è vaccinato ha molte più probabilità di finire in ospedale rispetto a un vaccinato. Sono le basi scientifiche di quella che è stata definita come la pandemia de non vaccinati, che sta travolgendo diversi Paesi europei e che sta prendendo forma anche in Italia.

Vaccino coronavirus
Vaccino coronavirus

Anche l’Italia teme la pandemia dei non vaccinati

Il governo studia la situazione europea e vuole prevenire la nuova ondata, che pure, grazie ai vaccini, dovrebbe essere decisamente meno severa rispetto a quella precedente, almeno in termini di vittime e ricoveri in ospedale. L’arma più efficace resta il vaccino contro il Covid.

L’obiettivo del governo è quello di vaccinare il novanta per cento della popolazione entro la fine dell’anno. Il problema è che nelle ultime settimane la campagna di vaccinazione ha fatto registrare una preoccupante battuta d’arresto. Il numero di somministrazioni è crollato. Questo nonostante l’estensione del Green Pass obbligatorio a lavoro, che nelle intenzioni dell’esecutivo avrebbe dovuto dare slancio alla campagna di vaccinazione.

L’obbligo vaccinale mirato

Non è un caso che da esponenti del governo, in particolare dal sottosegretario alla Salute, sia emersa nuovamente l’ipotesi dell’obbligo vaccinale per alcune categorie. Si pensa agli over 50 e agli over 60, dove molte persone non hanno ricevuto neanche la prima dose di vaccino. Al momento la riflessione sul tema è prematura ma la sensazione è che per il governo la vaccinazione obbligatoria non sia un tabù.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 05-11-2021


Incidenti sul lavoro, tre morti in un giorno

Il cardinale Pell: “Alcuni parlano di una connessione possibile tra i problemi nel mondo delle finanze e i miei problemi in Australia”