Italia Viva spacca la maggioranza, no dei renziani alla task force incaricata di gestire il Recovery plan italiano. E sullo sfondo c’è la sfida per il Mes.

Italia Viva prepara l’avviso di sfratto destinato a Giuseppe Conte, a meno che il premier non accetti di fare un considerevole passo indietro prima sul Recovery Plan italiano e poi – ma qui entriamo nel campo delle ipotesi – sul Mes.

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Italia Viva blocca il Recovery plan italiano: no alla task force, il governo rischia la crisi

Per il momento limitiamoci alla cronaca politica, con Conte che in un Consiglio dei Ministri decisamente sfortunato ha presentato il Recovery Plan italiano. Il progetto convince tutte le forze politiche della coalizione di maggioranza. Ma non convince la governance, la cabina di regia. E proprio sulla struttura incaricata di gestire i fondi europei i gioca la delicatissima partita tra Renzi e il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Matteo Renzi
Matteo Renzi

Boschi (Iv): Non abbiamo dato i pieni poteri a Salvini, non intendiamo darli a Conte

A fotografare nel migliore dei modi la situazione al governo è la Boschi, intervenuta ai microfoni de il Corriere della Sera. “Non stiamo alzando i toni, noi: siamo in presenza di un fatto gravissimo. Non è possibile che il premier sostituisca il Governo con una task force, i Servizi segreti con una fondazione, le sedute parlamentari con le dirette Facebook. Sono mesi che chiediamo una discussione parlamentare e scopriamo oggi un piano di cento pagine che commissaria i ministri con un emendamento in legge di Bilancio? Se il premier vuole rompere ci dispiace, ma faccia pure. Il richiamo alla responsabilità non può essere a senso unico“, ha attaccato la Boschi.

Noi non stiamo sfidando il premier, stiamo solo difendendo le istituzioni di questo Paese: non abbiamo voluto dare i pieni poteri a Salvini, non intendiamo darli a Conte“, prosegue la Boschi in un attacco serrato al Presidente del Consiglio.

Maria Elena Boschi
Maria Elena Boschi

La prova del Mes

Mentre nelle prossime ore si dovrebbe concludere la partita sul Recovery plan italiano – e potrebbe chiudersi con una rottura -, nella giornata del 9 dicembre il governo dovrà confrontarsi con un’altra prova decisamente delicata, ossia la prova del voto sulla riforma del Mes promossa dall’Eurogruppo. In occasione del passaggio di Conte in Parlamento dovrebbe prendere la parola anche il leader di Italia Viva Matteo Renzi, che secondo alcuni potrebbe anche invitare il premier a rassegnare le dimissioni.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
Giuseppe Conte Maria Elena Boschi Matteo Renzi politica primo piano

ultimo aggiornamento: 08-12-2020


La riforma del Mes ‘agita’ l’esecutivo, Iv non firma la risoluzione di maggioranza

Chi è Lloyd Austin, il primo afroamericano a capo del Pentagono