Kenny Rogers è morto all’età di 81 anni. L’icona della musica country si è spento nella notte italiana tra il 20 e il 21 marzo 2020.

ROMA – Lutto nel mondo della musica country. Kenny Rogers è morto nella notte tra il 20 e il 21 marzo 2020 all’età di 84 anni. L’annuncio del decesso è stato dato dalla stessa famiglia con un post sui social.

Rogers si è spento serenamente nella sua casa per cause naturali, tra le cure mediche e circondato dall’affetto dei suoi cari“. L’ultimo saluto è in programma nelle prossime ore in forma strettamente privata. L’emergenza coronavirus che sta colpendo gli Stati Uniti non ha permesso alla famiglia di organizzare un omaggio con tutti i colleghi e gli amici.

Chi era Kenny Rogers

Nato in Texas, la carriera di Kenny Rogers è iniziata nei New Christy Minstrels anche se nella sua lunga professione da cantante si è imposto come solista, vincendo tre Grammy e dominando le classiche con diversi successi come The Gambler o Lucille e Island in the Stream.

Un altro suo grande successo, Lady e Just dropped in (To see what condition my condition was in), è stata utilizzata dai fratelli Coen nel film Il grande Lebowski. Proprio questa passione per il cinema lo ha portato sul grande schermo come attore. Showman e imprenditore le altre ‘professioni’ con la catena di ristoranti in franchising Kenny Rogers Roasters molto conosciuta in tutto il mondo.

Kenny Rogers
fonte foto https://twitter.com/_KennyRogers

Kenny Rogers morto

La morte di Kenny Rogers è avvenuta nella notte italiana tra il 20 e il 21 marzo 2020. A dare l’annuncio è stata la famiglia con un post sui social spiegando che si è trattato di un decesso per cause naturali. Nelle prossime ore sono in programma i funerali anche se la famiglia ha deciso, per l’emergenza coronavirus, di tenere una funzione in forma strettamente privata.

fonte foto copertina https://twitter.com/_KennyRogers


Terremoto in Abruzzo, scossa di magnitudo 3.5 provincia de L’Aquila

Bergamo, strazio senza fine: altre bare portate via su 70 camion militari