Kremenchuk è un’importante città industriale ucraina che, durante il pomeriggio di ieri, ha subito un bombardamento da parte dei russi.

Un missile ha colpito un centro commerciale in una città ucraina, nella zona centrale, a diverse centinaia di chilometri di distanza dal fronte, nella città di Kremenchuk. Secondo alcuni analisti militari, i russi potrebbero aver sbagliato – di nuovo – mira. Due giorni fa i russi hanno colpito a Kiev un palazzo vicino allo stabilimento Artem.

Kremenchuk è una città di 200mila abitanti e si trova nella regione centro-orientale di Poltava. L’attacco perpetuato dai russi ieri pomeriggio è stata quasi una sorpresa. Stando alle dichiarazioni di alcune fonti ucraine, che hanno reso nota la notizia, durante l’attacco all’interno della struttura c’erano migliaia di persone.

La struttura si chiama Amstor. Al suo interno c’erano diversi negozi di informatica, un supermercato ed anche diversi punti vendita. Adesso, della zona commerciale restano solo macerie. Secondo il bilancio provvisorio ammontano a 18 i morti e a 58 i feriti.

Guerra Ucraina

Il segretario di stato Usa Antony Blinken ha espresso il suo disappunto sul gesto compiuto dai russi. “Il mondo è inorridito dall’attacco della Russia al centro commerciale in Ucraina”. In questo clima, l’Ucraina chiede una riunione immediata del Consiglio di Sicurezza dell’Onu per prendere provvedimenti in merito.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le testimonianze della vicenda

La zona colpita comprende “un grande centro commerciale nel centro città, non lontano dalla stazione ferroviaria noi abitiamo nelle vicinanze. Stavamo mangiando, l’esplosione è stata così forte che io e mio marito non abbiamo nemmeno capito come sia successo, ci siamo nascosti sotto il tavolo. L’intera città è coperta dal fumo, tutti si sono chiusi in casa”. Sono queste le dichiarazioni di una profuga di Kharkiv al quotidiano online Vot Tak.

Il presidente ucraino ha spiegato che “L’obiettivo non aveva nessun valore militare.” Mentre il governatore dell’Oblast di Poltava ha esordito dicendo che “Un attacco missilistico a un centro commerciale pieno zeppo di persone è l’ennesimo crimine di guerra russo. Un crimine contro l’umanità” E continua: “Questo è un palese atto di terrorismo. L’ennesima prova di cinismo contro la popolazione civile. La Russia è uno stato terrorista”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 28-06-2022


Allarme incendio a Roma. Esplose 50 bombole in un centro estivo

Texas, camion abbandonato in strada: trovati 46 cadaveri