Sebastian Kurz sarebbe indagato per falso in commissione inchiesta. La notizia è stata anticipata dal quotidiano ‘Der Standard’.

VIENNA (AUSTRIA) – Sebastian Kurz sarebbe indagato per falso in commissione d’inchiesta. A riportare la notizia è stato il quotidiano Der Standard. Il giornale, citato dall’Ansa, scrive di un possibile approfondimento da parte della Procura anticorruzione per fare luce su possibili contraddizioni del cancelliere austriaco e il suo capo di gabinetto in merito al loro ruolo nell’iter di nomina del Cda della holding Oebag.

La svolta in questa inchiesta sarebbe arrivata dopo una analisi delle chat sullo smartphone del Ceo della Oebag, Thomas Schmid. Nei prossimi giorni ci potrebbero essere importanti novità, ma al momento non sembrano esserci particolari rischi per il cancelliere.

La posizione di Kurz

Una breve dichiarazione da parte di Sebastian Kurz. Il cancelliere austriaco poco prima di un Consiglio dei ministri avrebbe sottolineato di aver tentato di rispondere per ore nella commissione d’inchiesta anche su fatti risalenti ad anni prima.

Le autorità locali preferiscono mantenere il massimo riserbo visto che si tratta di un’indagine molto delicata e non ci saranno comunicazioni fino a delle importanti novità.

Tribunale
Tribunale

Le indagini

Le indagini sono in corso e nelle prossime settimane ci potrebbero essere delle importanti novità. La Procura anticorruzione vuole chiarire meglio la posizione di Kurz e le sue dichiarazioni rilasciate in commissione d’inchiesta. L’accusa è quella di falso, ma resta il massimo riserbo visto il coinvolgimento di alcune personalità politiche molto importanti.

Al momento, Kurz non sembra essere intenzionato a fare passi indietro. Gli approfondimenti sono in corso e nelle prossime settimane ci potrebbero essere importanti novità. I punti da chiarire sono diversi e il cancelliere austriaco potrebbe essere ascoltato dai magistrati per chiarire quanto successo. Una vicenda che rischia di complicare l’esperienza del politico alla guida dell’Austria in un momento molto complicato.


Nuovi parametri, la proposta delle Regioni

Elisabetta Belloni nuovo capo dei servizi segreti