In seguito ai disagi riscontrati dalle compagnie aeree, è stata chiesta la sospensione della vendita di biglietti.

A causa dei recenti disservizi e disagi a cui le compagnie aeree devono far fronte, le capacità giornaliere degli aeroporti si stanno riducendo. Il turismo aereo è ripartito con il piede sbagliato quest’anno. Carenza di personale, aumento dei prezzi e scioperi stanno causando numerosi problemi al settore delle compagnie aeree. In questa situazione, l’aeroporto londinese di Heathrow, che costituisce il principale “hub” britannico, diminuirà il suo calendario voli durante quest’estate.

Aereo

Alla luce delle decine di cancellazioni verificatesi nella giornata di lunedì, Heatrow ha dichiarato che diminuirà il numero di passeggeri in partenza a 100.000 al giorno per due mesi. Ciò significa che saranno 4000 in meno rispetto a quelle previste. 

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

I tagli di Easy Jet 

Ma non si tratta dell’unico provvedimento preso dalle compagnie aeree. Ad esempio, la compagnia aerea Easy Jet ha tagliato il numero dei posti sui velivoli a causa di una carenza di personale. I tagli sui lavoratori effettuati in seguito alla pandemia, hanno costretto la compagnia aerea Easy Jet a tagliare l’ultima fila di poltrone. L’operazione sarà effettuata in circa 60 velivoli. Questa operazione consentirà di diminuire il personale a bordo da 4 a 3 persone. Il taglio sarà necessario per rispettare le norme della Civil Aviation Authority. Il numero delle persone che fanno parte del personale di bordo deve essere proporzionato al numero dei passeggeri presenti sul velivolo. 

I tagli sui posti a sedere verranno effettuati dalla prossima estate sugli aerei più piccoli della loro flotta, gli aerei A319. La notizia è giunta dalla testata britannica Bbc, che ha annunciato che il motivo di questa riduzione sarà indispensabile per far fronte alla mancanza di personale. 

EasyJet, insieme a Lufthansa, British, Swiss e Brusselair, hanno annunciato un taglio del 13% dei voli nel terzo trimestre rispetto al 2019. Il motivo? La compagnia ha spiegato che la causa risiede nei “ritardi nel controllo del traffico aereo e carenza di personale nell’assistenza a terra e negli aeroporti, con conseguente aumento dei tempi di consegna degli aeromobili e partenze ritardate che hanno un effetto a catena con conseguente cancellazione dei voli“. 

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 13-07-2022


Quarta dose, via al booster: nuove regole di isolamento? 

Matteo Salvini: “Se M5S dice basta, che basta sia”