Esame Suarez, le ipotesi dei pm: la Juve avrebbe ostacolato l'indagine
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Caso Suarez, i pm: la Juve ha ostacolato l’indagine

Fabio Paratici

Esame Suarez, per i pm la Juventus avrebbe ostacolato le indagini. Le ipotesi sulle dichiarazioni di Fabio Paratici e dell’avvocato Chiappero.

Secondo i Pm la Juventus potrebbe aver ostacolato il lavoro di indagine intorno al caso dell’esame di Suarez. Volontariamente, ovviamente.

Come fare soldi con le criptovalute e guadagnare?

La Juventus avrebbe ostacolato l’indagine sul caso dell’esame di Suarez

Stando a quanto riferito da il Corriere della Sera, nell’indagine sull’esame di Suarez emergerebbero gravi condotte di Luigi Chiappero, legale della Juventus, e Fabio Paratici. I due sarebbero responsabili di azioni di inquinamento probatorio. In poche parole avrebbero ostacolato le indagini degli inquirenti.

Nel mirino degli inquirenti sono finite le false dichiarazioni rese da Paratici e Chiappero ai pm che seguono l’inchiesta sull’esame-farsa di Luis Suarez.

Fabio Paratici
Fabio Paratici

I contatti con il Viminale

Inoltre resta da chiarire l’intreccio con il mondo della politica. Paratici avrebbe contattato la ministra e amica d’infanzia Paola De Micheli, ascoltata dagli inquirenti. La De Micheli avrebbe girato a Paratici il contatto di un dipendente del Viminale, ministero-chiave per quanto riguarda la pratica per il conseguimento della cittadinanza italiana.

Paola De Micheli
Paola De Micheli

Il cambio di rotta (repentino) della Juventus: una talpa aveva informato gli uomini del club dell’attività degli inquirenti?

Ma quello ipotizzato dagli inquirenti è un quadro ancora più complesso e delicato. Gli uomini della Juventus potrebbero essere stati informati dell’attività di indagine sul caso Suarez. Per questo motivo Chiappero avrebbe interrotto i contatti con il Viminale e con il vice-prefetto Antonella Dinacci, che a più riprese avrebbe provato a mettersi in contatto con il legale della Juventus.

Anche il comportamento dell’avvocato Maria Turco sarebbe quantomeno sospetto. La legale prima sembra dell’idea di procedere con un esame semplificato per il calciatore, poi in meno di una settimana cambia totalmente copione e – intercettata – chiede che il calciatore segua l’iter standard per il conseguimento dell’attestato. Senza favoritismi.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2021 14:49

Barcellona-Juventus, Pirlo: “Buffon potrebbe essere della partita”

nl pixel