La sorella di Giorgia Meloni Arianna difende sua sorella sulla legge 194.

Intervistata da La Stampa Arianna Meloni, sorella maggiore della leader di Fratelli d’Italia racconta di quanto si è emozionata la notte dei risultati del voto. Precaria della Regione Lazio, Arianna è sempre stata vicino a Giorgia. “Sono molto protettiva con lei” racconta e svela la vera Giorgia che conosce più di chiunque altro. La definisce “molto coraggiosa e molto determinata” e “se si mette intesta una cosa va avanti come un treno: butta sempre il cuore oltre l’ostacolo”.

Arianna confessa che Giorgia “non si sente mai abbastanza preparata e quindi studia molto e si prepara tanto. Io conosco bene le sue ansie e le sue paure ma anche la sua tenacia e la sua bravura. E’ capace di parlare a braccio per un’ora e mezza ed è in grado di rispondere a tutte le domande che un interlocutore le pone. Non si ferma di fronte a niente e a nessuno” dichiara Arianna.

«Hanno detto che Giorgia è contro la legge 194 sull’aborto, ma non è vero. Lei è dalla parte delle donne e dei diritti acquisiti». Per l’aborto non sono preoccupati solo in Italia, ma anche dalla Francia esprimono il loro timore. Così la prima ministra francese Borne ha detto che saranno attenti a garantire i valori sui diritti umani in particolare sul rispetto del diritto all’aborto.

Anche El Pais, quotidiano spagnolo ha scritto: “La Meloni ha posto al centro del suo intervento elettorale la difesa di una famiglia tradizionale che esclude altri modelli, i tagli agli aiuti sociali per i più deboli, una politica molto restrittiva contro l’immigrazione e chiaramente regressiva delle conquiste sociali delle donne, in particolare in relazione al diritto all’aborto». Anche i radicali come Spadaccia temono che le loro vecchie conquiste vengano messe in dubbio da Meloni.

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La sorella di Meloni rassicura sulle convinzioni di Giorgia

Anche sulla questione atlantistica spiega che ora proverà con i fatti quello che ha detto più volte, ovvero di stare dalla parte dell’Europa e della Nato. Arianna è convinta che “la linea guida di Giorgia sia scegliere come ministri persone di grande valore capaci di essere utili al bene del Paese” e che saprà tenere a bada le bizze dei due alleati perché ha una solida maggioranza.

Sul ritorno al fascismo la sorella dichiara che Giorgia sarà in grado di dimostrare che non c’è nessun pericolo del genere. “Giorgia è spesso vittima di chi invidia la sua onestà, la sua capacità di non rispondere a certi poteri e quindi l’attacca al fine di demolirla. Ma gli italiani hanno dimostrato di apprezzarla e l’hanno votata a piene mani”. Proprio riguardo questa vittoria ha raccontato la sua emozione pensando a tutta la gavetta che ha fatto. Anche da presidente del Consiglio Giorgia Meloni, secondo sua sorella farà i salti mortali per stare più tempo possibile con sua figlia Ginevra come ha fatto durante la campagna elettorale.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 27-09-2022


La madre di Meloni è sicura: “Spero che la prima cosa che tolga…”

Le sfide di Giorgia Meloni