Lamborghini Murcielago, la roadster erede della Diablo

Lamborghini Murciélago, la roadster erede della Diablo

Nata all’alba del Nuovo Millennio, la Lamborghini Murciélago è probabilmente l’ultima sportiva ‘vecchia scuola’ della Casa del Toro.

La Murciélago è un modello di auto sportiva ad alte prestazioni prodotta dalla Lamborghini, in poco più di 4.000 esemplari, tra il 2001 ed il 2010. Nei listini della Casa di Sant’Agata Bolognese sostituì la Diablo; il nome, in spagnolo, significa “pipistrello” ma è ispirato ad un famoso toro da combattimento. “La linea della Murciélago” – si legge sul sito ufficiale del costruttore – “è legata al genoma delle Lamborghini e il suo disegno ne onora le più significative icone formali. Nella sua linea sono presenti l’architettura o, più precisamente, la strutturazione delle superfici e il cuneo della Countach, la tensione sensuale dei volumi della Miura e le proporzioni fuori dal comune della Diablo, con il suo abitacolo avanzato“.

Scheda tecnica Lamborghini Murciélago: ingombri e versioni di gamma

Prodotta con due tipi di carrozzeria (coupé e roadster), la Lamborghini Murciélago è una sportiva due porte omologata per due posti; per quanto riguarda gli ingombri, l’auto è lunga 4.579 mm (che diventano 4.610 mm nelle versioni dalla LP640 in poi), è larga 2.045 mm (2.058 mm per le versioni successive a quelle di esordio) ed è alta 1.135 mm. Il passo misura 2.665 mm in ogni versione di gamma.

Disegnata dal belga Luc Donckerwolke, la Murciélago – primo modello Lamborghini prodotto dopo l’acquisizione della Casa bolognese da parte dell’Audi – sfoggia una linea semplice ma di grande impatto che rielabora in chiave moderna gli stilemi tipici della Diablo. Il profilo tagliente e spigoloso dei gruppi ottici anteriori rappresenta un elemento di forte impatto, ripreso in parte dai fanali posteriori; le superfici si sviluppano in maniera regolare, fatta eccezione per gli elementi di carattere aerodinamico.

A due anni dall’esordio, in occasione del Salone dell’Auto di Detroit, la Lamborghini presenta un concept della Murciélago versione ‘barchetta’ che si tradurrà nella Roadster che debutterà nel 2004, al Salone dell’Auto di Ginevra (con la stessa motorizzazione della versione coupé). Nel frattempo, per celebrare il 40° anniversario della fondazione della Lamborghini, la Murciélago viene prodotta in una tiratura limitata di 50 esemplari in una esclusiva colorazione (Verde Artemis).

Nel 2006 la gamma della Murciélago si allarga per accogliere le versioni ‘LP 640‘, sia Coupé e Roadster. Tre anni più tardi arriveranno la Lamborghini Murciélago LP 670 Superveloce e LP 650 Roadster.

Per quanto riguarda l’equipaggiamento, la prima versione del modello era dotata di ABS di serie, airbag, climatizzatore automatico, servosterzo e sistema elettronico di controllo della trazione (TCS). Sulla LP 640 Coupé sono presenti, di serie, i cerchi in lega “Hercules”, il ripartitore elettronico di frenata, i fari allo Xeno, i proiettori fendinebbia e i sedili in pelle. In aggiunta, la vettura è dotata di un sistema in grado di variare l’assetto, aumento l’altezza per evitare l’impatto con i dossi stradali: il comando viene attivato da un pulsante specifico. Altro elemento caratteristico di questa variante potenziata è la copertura in vetro del vano motore posteriore.

Lamborghini Murcielago
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/lamborghini-murcielago-supercar-auto-2934446/

La dotazione di serie poteva essere integrata con numerosi optional a pagamento: connettività Bluetooth, cambio robotizzato, cofano motore trasparente, rivestimento del volante in pelle (rovesciata, scamosciata o traforata), impianto con freni carboceramici, ingresso USB, interni asimmetrici, rivestimenti bicolori o in Alcantara, rifiniture interne in carbonio o titanio oltre ad una serie di vernici speciali per la carrozzeria.

La Murciélago vanta anche una carriera sportiva: le versioni R-GT e R-SV risalenti, rispettivamente, al 2003 ed al 2010, sono state realizzate in collaborazione con il reparto sportivo della Audi per competere in diverse gare del campionato FIAGT, oltre a Le Mans Series e American Le Mans Series. Al di fuori dei contesti agonistici, la vettura ha conosciuto anche quelli cinematografici, facendo la propria comparsa sia nell’ottavo capitolo della saga “Fast and Furious” sia nel film “Batman Begins” del 2005 (in versione roadster).

Il motore Lamborghini Murciélago: un V12 aspirato

Il cuore pulsante della Murciélago è un motore V12 aspirato (centrale posteriore alimentato a benzina) da 6.192 cc di cilindrata, declinato in diversi tagli di potenza, abbinato alla trazione integrale permanente con giunto viscoso (presente anche sulla Gallardo). Le prime due versioni del modello (Coupé e poi Roadster) montano una versione da 580 CV e 650 Nm di coppia, erogata a 5.400 giri al minuto. Le prestazioni sono, naturalmente, di altissimo livello: velocità di punta che supera ampiamente i 300 km/h (330 km/h per la versione coupé e 320 km/h per la variante spider) e tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 4 secondi netti. Il propulsore è abbinato ad una cambio manuale a sei rapporti.

A partire dal 2006, vengono introdotte tre versioni potenziate del V12. La prima è quella in grado di erogare 640 CV che equipaggia la Lamborghini Murciélago 640 Coupé e Roadster (la sigla ‘LP’ sta per “longitudinale posteriore“); la maggiore cavalleria, abbinata ad un leggero aumento della coppia (10 Nm in più a 6.000 giri al minuto) e della cilindrata (portata a 6.5 litri), si traduce in riscontri prestazionali più elevati: la versione ‘chiusa’ raggiunge i 340 km/h e tocca in 100 km/h da fermo in 3.4 secondi mentre la Murciélago LP 640 Roadster si caratterizza per una velocità di punta di 330 km/h.

Un ulteriore potenziamento del V12 da 6.4 litri si registra nel 2009 con la Lamborghini Murciélago 650-4, la cui potenza massima raggiunge i 650 CV; i 10 CV in più contribuiscono a diminuire il tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h, portandolo a soli 3.4 secondi. Prima di uscire di produzione, la Murciélago approfittò un ulteriore upgrade, che portò la potenza del motore a 670 CV; non a caso, tale versione in grado di raggiungere i 342 km/h, venne ribattezzata ‘SV’, ossia ‘Super Veloce’.

Quanto costa una Murciélago

Pur essendo un modello ormai fuori listino da diversi anni, la Lamborghini Murcielago non ha perso il proprio appeal né tanto meno il proprio valore di mercato. Gli esemplari in circolazione non sono tantissimi ma non si può certo parlare di un’auto rara in senso assoluto.

I prezzi di un modello usato dipendono dallo stato di conservazione, dal tipo di carrozzeria e dall’anno di prima immatricolazione. In generale, per una Lamborghini Murcielago tra i 125.000 ed i 200.000 euro. Gli esemplari più costosi sono quelli meno “vissuti” (ossia con meno km percorsi) o quelli che non hanno avuto più di un proprietario.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/lamborghini-murcielago-supercar-auto-2934446/

ultimo aggiornamento: 09-01-2020

X