Covid in Italia, quali sono le Regioni Arancioni da lunedì 11 gennaio e quali sono le regole. Cosa si può fare e cosa è vietato.

L’ordinanza firmata dal Ministro della Salute Roberto Speranza nella giornata dell’8 gennaio dispone che da lunedì 11 gennaio, con il ritorno del sistema a colori, cinque regioni diventano Arancioni, passando quindi nella fascia intermedia di rischio. Le altre Regioni restano invece in zona Gialla, quindi nella fascia a minor rischio e con minori restrizioni per quanto riguarda le regole da seguire. Ma andiamo con ordine.

Quali sono le regioni Arancioni da lunedì 11 gennaio

In base al monitoraggio dell’8 gennaio dell’Istituto Superiore di Sanità, il ministro della Salute Roberto Speranza ha comunicato che dalla giornata di lunedì in Italia ci saranno 5 regioni Arancioni. Si tratta di:

Calabria

Emilia Romagna

Lombardia

Sicilia

Veneto

Tutte le altre regioni restano invece in zona Gialla. Nelle ultime ore si temeva o quantomeno si ipotizzava un intervento più deciso da parte del Ministero della Salute. La cabina di monitoraggio dell’Iss ha evidenziato una situazione complessa e in peggioramento. La curva è tornata a salire così come risalita l’indice Rt a livello nazionale, tornato sopra l’1 (1,03). Insomma, dagli ultimi dati e dalle ultime dichiarazioni non sembrava che l’Italia potesse cavarsela con cinque regioni in zona Arancione e tutte le altre in zona Gialla.

Milano
Milano

Cosa si può fare nelle regioni Arancioni: le regole

Andiamo adesso a ripassare quelle che sono le regole che dovranno essere rispettate nelle regioni Arancioni.

Spostamenti

Nelle Regioni Arancioni sono possibili e liberi gli spostamenti all’interno del proprio Comune. Restano invece bloccati gli spostamenti tra Comuni e Regioni, possibili solo in caso di lavoro, salute o necessità.

Bar e ristoranti

Bar e ristoranti chiudono i battenti e possono lavorare solo per il servizio da asporto e per la consegna a domicilio. Stesso discorso per gelaterie e pasticcerie.

Negozi aperti in zona Arancione

In zona Arancione i negozi aprono senza limitazioni ovviamente nel rispetto delle norme contro la diffusione del coronavirus. Restano chiuse sale Bingo, casinò, cinema, teatri, parchi di divertimento e simili.

Palestre e piscine

Restano ancora chiuse le palestre e le piscine. È comunque consentito svolgere attività motoria nei pressi della propria abitazione e attività sportiva individuale.

Coprifuoco

Il coprifuoco resta valido a livello nazionale a prescindere dal colore delle Regioni. Inizia alle ore 22:00 e termina alle 5:00 del mattino seguente.

Quando serve l’autocertificazione nelle regioni Arancioni?

L’autocertificazione servirà quindi nel caso si uscisse dal proprio Comune (e dalla propria Regione) e nel caso in cui si uscisse di casa durante il coprifuoco.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 11-01-2021


Vaccino Covid, Papa Francesco: “Mi sono prenotato, si deve fare”

I numeri dell’emergenza coronavirus, il punto della settimana