La trattativa tra Renzi e Calenda è vicina al sì e emergono anche indiscrezioni sulla premiership.

Sul tavolo della trattativa, oltre alla divisione sui seggi, c’è anche la questione premiership. Tra i due leader potrebbe non prevalere né l’uno né l’altro e lasciare la guida ad una terza figura. “Potrebbe andare a una donna” ha dichiarato Carlo Calenda senza pensarci ma in serata sono emerse indiscrezioni sul ticket Carfagna-Bonetti.

Mara Carfagna è l’opzione Azione. La ministra per il sud, appena uscita delusa da quello che è stato il suo partito per oltre 18 anni, è entrata nel partito di Calenda insieme alla collega Gelmini. Ieri ospite a In Onda su La7 non ha confermato né smentito questa eventuale carica. Dall’altra parte c’è Elena Bonetti la ministra per le pari opportunità ex dem entrata in Italia Viva nel 2019.

Mara Carfagna
Mara Carfagna

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Leadership a Carfagna e Bonetti per la coalizione Iv-Azione?

Nella sua intervista a La Stampa Carlo Calenda non si sbilancia e dichiara che la leadership è una delle questioni ancora da definire con chiarezza e “la comunicheremo solo se e quando chiuderemo l’accordo. Potrebbe anche essere una figura terza, magari una donna” e la chiude così senza rivelare troppo. Lasciare la leadership ad una terza persona è stato il compromesso tra i due anche se più volte Matteo Renzi ha offerto al suo ex ministro la leadership della coalizione.

A frenare le chiacchiere sulla questione leadership è stata la stessa Mara Carfagna dicendo che Azione un leader ce l’ha già, un leader che è stato votato da un collegio. Un’altra opzione di premier resta sempre l’attuale presidente del Consiglio intorno al quale sia Renzi che Calenda stanno costruendo il loro programma e la loro idea di terzo polo. Ma Mario Draghi rifiuta ancora di abbracciare questo progetto e si defila.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 10-08-2022


Migranti, Letta: “Usciamo dai trattati europei”

Berlusconi: “Mi candido al Senato”