Lutto nel mondo dell’automobile, è morto il grande affarista Lee Iacocca, padre della Mustang famoso per aver salvato Chrysler dalla bancarotta.

È morto a novantaquattro anni Lee Iacocca, icona del mondo dell’automobile e di quello dell’imprenditoria. L’affarista è stato uno degli uomini più influenti di Detroit. Il suo nome è legato alla Chrysler, che salvò da un fallimento certo, e alla Musang, della quale è considerato il padre.

Chi era Lee Iacocca

Lido Anthony Iacocca, conosciuto come Lee, era figlio di immigrati italiani e riuscì ad affermarsi in America diventando una delle persone più potenti in assoluto a Detroit.

I genitori dopo il trasferimento in America aprirono un ristorante. Lee decise di non prendere le redini dell’attività di famiglia ma proseguì gli studi fino alla laurea in ingegneria industriale.

Dopo gli anni alla alla Princeton University, iniziò a muovere i primi passi nel mondo dell’auto iniziando il suo lungo cammino in Ford.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Lee Iacocca
Fonte foto: https://www.facebook.com/fordmustang/

Il salvataggio d Chrysler

Fece la sua fortuna nel mondo dell’auto grazie alla sua abilità da amministratore. Fu a capo della Ford e della Chrysler, che riuscì a salvare dal fallimento nonostante ne avesse preso le redini quando la casa automobilistica era ormai a un passo dalla bancarotta. Di fatto salvò la casa automobilistica avendo il coraggio di sfidare i tempi e le tendente lanciando sul mercato le prime monovolume e i primi minivan.

Il padre della Mustang

Ma non è tutto. Il nome di Lee Iacocca è legato soprattutto alla Mustang, di cui è considerato a tutti gli effetti il padre.


MotoGP, Stefan Bradl sostituisce Lorenzo al Sachsenring

Londra, migrante irregolare precipita in un giardino da aereo