Leonardo Bonucci è tornato leader? Ecco cosa ha fatto durante la squalifica

Da ‘peso’ a leader, ecco cosa ha fatto Leonardo Bonucci durante i turni di squalifica per riprendersi il Milan.

chiudi

Caricamento Player...

Diciamoci la verità, Leonardo Bonucci contro il Sasssuolo ha stupito tutti e questa finalmente in senso positivo. Sorridente davanti alle telecamere, concentrato ma rilassato prima del fischio d’inizio, impeccabile o quasi in campo, e poco conta se di fronte c’era il modesto Sassuolo, perché per fare le chiusure che ha fatto Leo, un paio di gran livelli, ci vuole testa, consapevolezza nei propri mezzi e soprattutto non bisogna avere la paura di sbagliare.

Leonardo Bonucci, si doveva toccare il fondo per capire… e iniziare a risalire

Forse è vero che dopo il cartellino rosso incassato in Milan-Genoa per una gomitata a Rosi non si poteva fare di peggio. Forse è vero che bisognava toccare il fondo prima di poter trovare la giusta via per risalire. Si doveva scendere dal piedistallo del mercato e sudare e combattere al fianco della squadra, spalla a spalla con i compagni, quelli che magari hanno vinto meno di te ma ora sono sullo stesso livello. Fascia o non fascia, finale di Champions o preliminari di Europa League.

LEONARDO BONUCCI MARTINA MACCARI
LEONARDO BONUCCI MARTINA MACCARI

Da ‘peso’ a leader, ecco cosa ha fatto Leonardo Bonucci

I numeri di Sassuolo-Milan parlano chiaro: Leonardo Bonucci è in crescita e, tanto per usare le sue parole, sta finalmente tornando dopo essersi fatto desiderare. Lo stesso difensore ha parlato delle due giornate di squalifica come una tappa fondamentale del suo cammino, un periodo durante il quale, grazie al supporto degli amici e della famiglia, ha ritrovato sé stesso spogliandosi dell’armatura dell’eroe. Leo ha trascorso del tempo prezioso insieme ai suoi cari, si è guardato allo specchio e si è detto pronto a ripartire dal fondo, dal basso, chiudendo in un cassetto la parentesi Bonucci-Juventus e guardando al presente, guardando al Leonardo Bonucci al Milan, quello che il rispetto dei compagni e della tifoseria deve iniziare a conquistarlo sul campo per meritarlo.