Il leader dem Enrico Letta ha parlato del tema della crisi di Governo, in seguito alle dichiarazioni di Conte e Draghi.

Lo strappo del Movimento 5 Stelle è ormai annunciato: i pentastellati non voteranno il Decreto Aiuti, e c’è la possibilità che Draghi venga fatto fuori. Un momento estremamente difficile per il Governo italiano, proprio perché questa crisi di Governo arriva nel momento in cui bisogna far fronte ad emergenze gravi. Parliamo di inflazione, discussioni urgenti sui contratti collettivi e sul salario minimo e tanto altro. Sentiamo le parole del leader del Pd Enrico Letta in merito alla situazione attuale del Governo.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le dichiarazioni del segretario del Partito democratico

Non siamo disponibili a tirare avanti purchessia. Se non ci saranno le condizioni, se gli altri partiti della maggioranza non ci staranno, se altri partiti della maggioranza si sfileranno, allora la parola passerà agli italiani. E noi saremo pronti ad andare davanti agli italiani con il nostro progetto. Queste le parole del segretario del Partito democratico, Enrico Letta.

Se le cose andranno come annunciato in Senato c’è bisogno di un chiarimento politico di fronte al Paese, in parlamento: per noi quella è la strada principale. Si vada in parlamento ad ascoltare il presidente del Consiglio e ogni partito della maggioranza si assuma le sue responsabilità sul proseguo di questa legislatura – ha evidenziato il leader dem – Quel passaggio è fondamentale perché questo governo è nato in parlamento, il parlamento è la sua fonte di vita e li si deve capire cosa deve succedere.

Enrico Letta
Enrico Letta

“Lì ascolteremo le parole del presidente del Consiglio, lì diremo la nostra e cioè che si è aperta una fase dove gli ultimi 9 mesi di questa legislatura possono essere ben utilizzati per una svolta sociale. Noi siamo disponibili a una continuazione di questo governo Draghi”. Qualora le condizioni non ci saranno “la parola passerà agli italiani”.

La cosa più naturale è che il presidente del Consiglio venga in Aula e li indichi un percorso possibile per i 9 mesi che abbiamo davanti e i partiti politici dicano se questo percorso è convincente oppure no. Quello che si dirà in Parlamento la settimana prossima sarà decisivo, quello che si dirà li consentirà di andare a completare la legislatura o vorrà dirà che si andrà davanti agli italiani” per il voto, ha affermato il segretario del Partito democratico.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 14-07-2022


Di Maio: “I vertici M5S pianificavano la crisi di Governo da mesi”

Crisi di governo: tutti gli aggiornamenti attuali