Il segretario Pd Enrico Letta presenta il suo programma elettorale incentrato su caro-bollette, ma anche diritti civili e riforme.

In estrema contrapposizione con il centrodestra, Enrico Letta illustra durante un’intervista all’AGI le sue ambiziose proposte. Fra 5 giorni il popolo italiano dovrà prendere una decisione determinante per il Paese, e il segretario del Pd tira acqua al suo mulino. Tra i suoi primi requisiti in cima al suo piano elettorale, caro-bollette, diritti civili e riforme.

Enrico Letta
Enrico Letta

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il programma dem

Due divisioni completamente opposte tra cui scegliere il 25 settembre. Il segretario del Pd Enrico Letta rilancia il programma dem focalizzando la necessità delle riforme e l’impegno sui diritti civili: primo fra tutti, tra i temi più scottanti, quello sul caro bollette.

Spinto dalla sicurezza di avere con sé i valori essenziali per poter vincere alle urne, sottolinea la volontà di continuare un percorso fondato su stabilità, investimenti e riforme ambiziose. L’obiettivo del Pd vuol essere quello di costruire un modello di sviluppo inclusivo, solidale, di accoglienza e inclusione.

Mentre, dall’altra parte, i partiti rivali sembrano essere caratterizzati solo da “l’egoismo di chi ha messo al primo posto gli interessi di partito e i calcoli elettorali facendo cadere il governo Draghi”. Letta afferma così di portare avanti quella battaglia per difendere i propri diritti, per concedere a tutti di essere considerati “cittadine e cittadini a tutti gli effetti, a scegliere della propria vita”.

Cosa prevede

Il piano del Pd prevede l’approvazione del ddl Zan, il matrimonio egualitario e la cittadinanza italiana alle bambine e ai bambini stranieri; l’introduzione del salario minimo e l’abolizione degli stage gratuiti ed extracurriculari; il tetto al prezzo delle bollette energetiche, con interventi a livello europeo e nazionale, e il potenziamento del Reddito di Cittadinanza. “Il nostro impegno sarà costruire un Paese dove tutti possano sentirsi veramente a casa, perché si vedono garantiti standard di vita dignitosi”, continua il segretario del Pd.

Letta si sofferma sul caro bollette, l’emergenza più grande per famiglie e imprese che intende risolvere non solo a livello nazionale ma europeo. Farlo dimezzando i costi o almeno rateizzando i pagamenti. “Vogliamo introdurre un nuovo contratto ‘bolletta luce sociale’ che può fornire alle famiglie a reddito medio e basso e alle microimprese metà dell’energia a costo zero, da fonti rinnovabili”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Speciale Governo

ultimo aggiornamento: 20-09-2022


Rinvio Elezioni 2022: la decisione del Tribunale

Meloni: Fratelli d’Italia e Vox in stretti rapporti