Il segretario del Pd è al lavoro per il suo progetto che ha come riferimento L’Ulivo di Prodi.

Enrico Letta non demorde e ci prova ancora a rimettere insieme Conte e Di Maio. Il segretario dem non ha voluto schierarsi nel derby interno ai 5 stelle e continua a dialogare con entrambi. Ma la verità è che deve accettare che il campo largo non esiste più. La coalizione giallorossa ne esce penalizzata ( o forse no per i riformisti che aspettavano questo momento) dalla scissione del Movimento 5 stelle.

Il punto di riferimento di Letta ora è L’Ulivo di Prodi per rimettere insieme tutti i pezzi sparsi alleati del Pd. “E‘ sempre stato il mio punto di riferimento. Ma nella mia testa vengono prima i contenuti, poi si costruiscono le alleanze. Perché c’è chi si è convinto che con la scissione dei 5 stelle è finito il populismo. Non è così” ha detto il leader del partito democratico a Bruxelles dove ha incontrato i suoi colleghi di partito europeo i Socialisti.

Enrico Letta
Enrico Letta

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Letta: Farò di tutto perché Conte e Di Maio stiano insieme a noi

Durante la riunione dei progressisti molti mi hanno chiesto cosa fosse successo in Italia. Ho spiegato che ora Draghi è più forte” riferendosi al fallimento della crisi avanzata da Conte che si è risolta in nulla. Anzi, si è frammentata in polvere di stelle dato che la giornata è passata alla storia per la scissione di Di Maio e i suoi dal Movimento e non per il colpo al governo dell’avvocato. Per questo motivo, come sottolinea Letta, il premier Draghi ora può stare più tranquillo perché i 5 stelle non contano più come prima.

Evita di guardare in faccia alla realtà Enrico Letta, ovvero alla fine del campo largo. “Il campo largo è semplicemente il modo per indicare chi sono i potenziali interlocutori” spiega Letta dicendo che il Pd lancerà un progetto per l’Italia e si alleerà con chi deciderà di condividere questo progetto. Per Letta quello che è successo tra Conte e Di Maio quindi non cambia nulla e lavorerà ancora perché stiano insieme. “Farò di tutto perché stiano insieme a noi” ha annunciato.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 24-06-2022


Quanto valgono M5S e Di Maio dopo la scissione?

Ius scholae torna in aula: 6 su 10 sono favorevoli