Liberi i ragazzi accusati di violenza sessuale in provincia di Como

Como, liberati i tre ragazzi accusati di violenza sessuale su due turiste. Proseguono le indagini dei carabinieri.

Fa discutere la scelta del gip del Tribunale di Como che ha annullato il provvedimento di fermo per i tre ragazzi accusati di violenza sessuale su due turiste in vacanza in provincia di Como.

Per il gip impossibile convalidare il fermo per mancanza di prove

I tre, che restano comunque indagati, sono stati liberati per mancanza di prove. L’unica fonte è la testimonianza delle due ragazze che hanno denunciato la violenza. Il materiale a disposizione del gip non è stato ritenuto determinante anche alla luce di alcune divergenze nelle testimonianze rilasciate ai carabinieri dalle dirette interessate. I tre indagati, un cittadino italiano, un albanese e un etiope, hanno invece fornito  una ricostruzione dei fatti univoca e plausibile.

Carabinieri NAS
Fonte foto: https://www.facebook.com/carabinieri.it/

Proseguono le indagini dei carabinieri

Gli inquirenti continueranno a indagare sull’accaduto alla ricerca di nuove testimonianze o comunque di altre prove per provare a fare luce sui fatti e ricostruire fedelmente la realtà. Gli investigatori fanno comunque sapere che la decisione del gip non rappresenta un’assoluzione.

Le due ragazze avevano denunciato la violenza subita dai quattro dopo aver trascorso una serata con loro in un locale vicina alla spiaggia di Menaggio. Recatesi in ospedale, le due turiste sono state soccorse dai medici che hanno riscontrato segni di violenza sessuale. I tre indagati hanno negato di aver avuto con le ragazze rapporti non consenzienti e hanno incolpato il quarto uomo, un ragazzo moldavo che ha lasciato l’Italia già poche ore dopo l’accaduto.

Fonte foto: https://www.facebook.com/carabinieri.it/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 04-09-2018

Nicolò Olia

X