Liliana Resinovich, testimonianza chiave: "Non sopportava più il marito"
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Liliana Resinovich, testimonianza chiave: “Non sopportava più il marito”

cadavere coperto da un sacco

Novità forti sul caso di Liliana Resinovich. Una testimone ha parlato del rapporto tra la compianta donna e suo marito.

La morte di Liliana Resinovich, la donna scomparsa il 14 dicembre 2021 e ritrovata senza vita il 5 gennaio 2022, è ancora un caso irrisolto che deve trovare, si spera, delle risposte. Diversi i protagonisti della vicenda e nelle ultime ore ci sarebbero state delle svolte. In particolare su quella che potrebbe essere la complicata situazione di suo marito, Sebastiano Visintin. A ‘Chi l’ha visto?‘, trasmissione di Rai 3 con Federica Sciarelli, infatti, è arrivata una importante testimonianza che metterebbe l’uomo in una posizione decisamente scomoda.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

cadavere coperto da un sacco

Liliana Resinovich, la testimonianza a ‘Chi l’ha visto?’

Dopo il verbale mostrato nelle scorse settimane dalla trasmissione, relativo alla testimonianza di una ristoratrice, ecco che la stessa è intervenuto a ‘Chi l’ha visto?’ per ribadire la sua posizione e quanto notato nel rapporto tra la compianta donna e il marito.

“Liliana e Sebastiano sono venuti qui con la macchina. Appena scesi dall’auto si vedeva che Sebastiano era molto molto arrabbiato, ha cominciato a scaricare le borse e aveva detto a Lilly di portarle in camera. Lei non è intervenuta subito a portare via gli zaini, si era fermata a parlare con me chiedendomi anche dei miei familiari. L’ultimo zaino che Sebastiano aveva in mano proprio lo ha lanciato e ha urlato dicendole di portare la roba in stanza. La sua espressione era spaventosa, non lo avevo mia visto così. Lilly si è abbassata, ha preso tutte le borse, le ho chiesto se le serviva aiuto, le veniva da piangere ma non lo ha fatto”, ha spiegato l’albergatrice alla trasmissione di Rai 3.

“Non lo sopporto più”

La testimone ha raccontato al programma che una volta aveva ricevuto una espressa richiesta da parte della Resinovich di avere una camera con letti separati. “Lilly mi prese per il polso chiedendomi se gentilmente quando avrebbe richiamato Sebastiano per prenotare gli avessi continuato a dare la camera con i letti separati. Le ho detto di no, perché Sebastiano si sarebbe arrabbiato perché avevo visto che quel giorno in cui gli avevo dato quella stanza aveva protestato subito e lei mi ha detto: ‘Non importa, per favore, fallo per me, non lo sopporto più‘”.

Al netto di questa versione, Visintin ha sempre smentito il rapporto complicato con la defunta moglie: “Mai litigato”; ha garantito sempre a ‘Chi l’ha visto?’.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 8 Marzo 2024 13:24

“Mi disse che Giulia Tramontano voleva uccidersi”: l’amante di Impagnatiello shock in aula

nl pixel