C’è un nuovo alimento contaminato da listeria tra gli scaffali del supermercato: dopo i wurstel, anche i tramezzini al salmone.

Dopo l’allarme listeria di alcuni lotti di wurstel contaminati, sorge un nuovo pericolo tra gli scaffali dei supermercati. È il caso dei tramezzini al salmone, risultati anch’essi contaminati dal batterio della listeria. Lo ha annunciato attraverso una nota il ministero della Salute.

In questa situazione, l’azienda produttrice dell’alimento ha predisposto l’immediato ritiro di alcuni lotti, risultati contaminati. Il consiglio del ministero della Salute è quello di non consumare il prodotto e riportarlo dove è stato acquistato, per sostituirlo o per ricevere un rimborso sulla merce.

esami analisi vetrino guanti mani provette

Il marchio contaminato è quello “Allegri Sapori”. L’azienda produttrice ha già predisposto il ritiro dal mercato dei lotti del prodotto n. 22952 1 e n.22952 2. Nel comunicato del ministero della Salute, si segnala la “presenza di Listeria monocytogenes”. Il ministero della Salute raccomanda “di non consumare il prodotto, riportarlo al punto vendita per un rimborso o la sostituzione entro il prossimo 10 ottobre”.

Pare che gli alimenti contaminati abbiano provocato la morte di un uomo di 83 anni, ed un sospetto caso di meningite da listeria ad Alessandria. La figlia della vittima ha richiesto un approfondimento in merito all’alimento ingerito. Potrebbe trattarsi di wurstel crudi.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

I consigli del ministero della Salute

L’allarme listeria conta 67 casi clinici e quattro decessi, risalenti a partire dallo scorso dicembre in Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna. Il ministero della Salute ha fornito diverse raccomandazioni per contrastare la listeria: lavarsi spesso le mani e pulire tutte le superfici ed i materiali che vengono a contatto con gli alimenti.

Inoltre è fondamentale conservare nel frigorifero tutti gli alimenti crudi, nonché quelli cotti e pronti al consumo. È necessario conservarli in contenitori separati e ben sigillati. Tra gli altri consigli, quello di cuocere bene gli alimenti seguendo le indicazioni del produttore riportate in etichetta.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 06-10-2022


Zelensky vuole la meglio a tutti i costi

Nuova ondata Covid in Italia: cosa ci aspetta