Un ragazzo di 30 anni è agli arresti domiciliari per aver accoltellato un rider dopo una lite per una consegna fuori zona: è successo a Napoli lo scorso mese di marzo.

Finisce a coltellate e con un arresto per tentato omicidio una lite tra rider a Miano, Napoli. I fatti risalgono allo scorso mese di marzo. A distanza di sei mesi, la Squadra Mobile della Questura di Napoli ha notificato gli arresti domiciliari a un ragazzo di 30 anni, accusato di tentato omicidio.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Carabinieri
Carabinieri

Napoli, lite tra rider per una consegna ‘fuori zona’

La lite tra i due rider, in base alle ricostruzioni degli inquirenti, è nata per un ordine fuori zona. Uno dei due avrebbe effettuato una consegna in una zona non sua. I toni si sono infiammati e uno dei due ha estratto un coltello e ha colpito il so rivale, poi ricoverato in gravissime condizioni.

Ambulanza
Ambulanza

Le indagini

Le indagini degli inquirenti sono partite da due episodi differenti: la denuncia del furto di uno scooter e il ricovero in ospedale di un ragazzo colpito con diverse coltellate.

Le indagini sono durate mesi e hanno portato alla ricostruzione completa del quadro. Dalla consegna fuori zona alla lite fino all’aggressione e alla fuga del responsabile.

La dinamica, secondo gli inquirenti, è quella di un regolamento di conti per il controllo della zona per quanto riguarda le consegne a domicilio.

Polizia
Polizia

Un ragazzo di 30 anni agli arresti domiciliari

Gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Napoli hanno notificato gli arresti domiciliari ad un ragazzo di 30 anni che deve rispondere dell’accusa di tentato omicidio.

ultimo aggiornamento: 14-09-2021


Roma, esplosione in una palazzina a Torre Angela: ci sono feriti, si cercano i dispersi

È morta a 27 anni Martina Luoni, testimonial della lotta contro il Covid