I loghi delle auto e delle macchine delle più prestigiose case automobilistiche li conosciamo quasi tutti. Ma qual è la loro origine?

Qual è l’origine dei loghi delle macchine che tutti conosciamo? La risposta non è uniforme, in quanto ogni casa automobilistica ha una sua storia specifica e il marchio che ha scelto fa parte di essa. In questo senso ogni stemma ricalca una qualche caratteristica della casa automobilistica, un esempio è il biscione e la croce dell’Alfa Romeo che è legato a Milano in una sua parte, oppure altri come quello dell’Aston Martin che hanno subito un’evoluzione nel corso del tempo. Pensate di conoscere tutti i significati di questi loghi? Partiamo alla scoperta dei più iconici e della loro origine!

Logo macchine: una storia per ogni stemma

Abarth. Lo stemma della casa Abarth, famosa oggi per le versioni della Punto e della 500 della Fiat, affonda le radici nella vita del suo fondatore, Carlo Abarth. Infatti i colori sono il giallo e il rosso, quelli che compongono lo stemma dell’Alto Adige suo luogo d’origine, e lo scorpione al centro è legato al suo segno zodiacale.

Bmw. Il marchio tedesco tra i più conosciuti al mondo ha il simbolo di un’elica rovesciata, perché la casa prima della Seconda Guerra Mondiale era attiva principalmente nell’industria aeronautica per poi dopo passare alle auto. I colori blu e bianco che fanno da sfondo allo stemma sono i colori della Baviera, luogo di origine della Bmw.

Logo Bmw
fonte foto https://www.press.bmwgroup.com

Mercedes-Benz. La stella a tre punte della casa automobilistica tedesca è legata appunto alle punte, che rappresentano la terra, l’aria e l’acqua, che sono i tre elementi per cui i suoi motori possono funzionare. Il nome deriva dalla figlia di un uomo d’affari tedesco, Emil Jellinek, che impose all’allora Daimler il nome della figlia ai nuovi motori prodotti. Il brand divenne tale come lo conosciamo oggi a partire dal 1926.

Alfa Romeo. La casa milanese deve il suo stemma, o almeno una parte, quella con la croce rossa in campo bianco, proprio alla città di Milano. Il biscione in verde, invece, era il simbolo della famiglia Sforza che per anni ha dominato sul capoluogo lombardo. Nel 1906, anno della fondazione della casa, però, la sede dell’azienda era in Francia, ma dopo breve tempo si trasferì in Italia.

Aston Martin. La casa inglese di auto di lusso cominciò a utilizzare questo nome in onore della Aston Clinton Hill Climb Racing Course, che fu la prima gara vinta da un’auto prodotta dall’allora casa Singer. I due fondatori erano Lionel Martin e Robert Bamford. Lo stemma è con le ali, ma nel corso degli anni ha subito molti cambiamenti.

Bentley. Il marchio di questa casa inglese, tra le più famose al mondo per le auto di lusso, è una B posta su un piedistallo e deriva dal cognome del fondatore ovviamente, Walter Owen Bentley, che nel 1919 fondà la sua casa automobilistica legata alla produzione di auto sportive.

Citroen. La storia del logo della casa francese ha origini umili, in quanto il suo fondatore Andrè Citroen lavorava, nel 1919, in una fabbrica di ingranaggi. Infatti lo stemma rappresenta in maniera stilizzata due ingranaggi in forma di doppia freccia che punta all’insù.

Dodge. Tra i loghi delle macchina americane, quello della Dodge è uno dei più riconosciuti e iconici. Si tratta di una testa d’ariete, simbolo di grande possanza e rigidità, caratteristiche delle auto di questo marchio fin dal 1918, anno della sua fondazione. Non sempre però è stato questo il simbolo: per un breve periodo è scomparso ma è tornato sui cofani Dodge a partire dagli anni ’70.

Ferrari. La casa del cavallino rampante, eccellenza italiana nel mondo, la conosciamo tutti. Il suo simbolo è un cavallo rampante nero su sfondo giallo. Quest’ultimo è il colore della città di Modena, dove è stat fondata e dove ha sede, mentre il cavallino era un portafortuna per Enzo Ferrari, che portava questo simbolo mentre guidava a partire dal 1932. La sua origine però arriva dal mondo degli aerei, in quanto era lo stemma di Francesco Baracca, asso dell’aviazione italiana.

Ferrari
Ferrari

Maserati. Questo marchio italiano di auto di lusso, fondato dai cinque fratelli Maserati a Bologna, ha come simbolo il tridente, ovvero quello posseduto dal dio del mare Nettuno che è anche il simbolo del capoluogo emiliano. La storia di questo marchio è veramente interessante!

Nuove ordinanze in vigore: ecco che cosa si può fare in base al colore della zona

TAG:
approfondimento

ultimo aggiornamento: 04-12-2020


Marquez, terza operazione al braccio. Lo spagnolo non tornerà prima di maggio 2021

Spostamenti, locali e coprifuoco, cosa cambia con il dpcm Natale