L’epidemiologo Pier Luigi Lopalco ha commentato la questione delle mascherine nelle scuole italiane, ritenendole ancora utili.

Il dibattito sulle mascherine a scuola sta infiammando l’Italia. Se moltissimi genitori e studenti ritengono ormai inutile tale misura, figure di spicco del mondo della politica e della salute credono che le mascherine a scuola debbano essere ancora obbligatorie. Il sottosegretario all’Istruzione, Rossano Sasso, si è schierato contro questo parere, chiedendo di rimuovere l’obbligo scolastico delle mascherine. Dall’altra parte, per l’epidemiologo Pier Luigi Lopalco, tale misura è ancora utile. Chi ha ragione?

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole di Sasso

Il sottosegretario all’Istruzione, Rossano Sasso, ha dichiarato quanto segue all’Ansa, in merito alla possibilità di eliminare l’obbligo di mascherine nelle scuole italiane. “Una richiesta che mi è arrivata anche da tante famiglie, che ci sollecitano ad adottare una misura di buon senso per l’ultima parte dell’anno scolastico. Come Lega lo stiamo chiedendo da diverse settimane, in considerazione sia del miglioramento dei dati epidemiologici sia della brusca impennata delle temperature, che soprattutto nel Mezzogiorno rende davvero difficile seguire le lezioni: oggi, in diversi centri, siamo abbondantemente oltre i 30 gradi”

Il sottosegretario all’Istruzione ha inoltre dichiarato che è ormai dimostrato che a scuola il rischio di contagio riguarda soprattutto le fasi di entrata e di uscita, non certo quando gli studenti sono seduti ognuno al proprio posto”. Secondo Sasso, per arrivare ad una ‘via di mezzo’, si potrebbe lasciare l’obbligo di indossare la mascherina solo quando ci si alza dal banco o si circola nei corridoi. Ci appelliamo ancora una volta alle autorità sanitarie affinché i protocolli siano rivisti al più presto: la decisione finale spetta al ministro Speranza, che mi auguro si dimostri più in sintonia con il Paese reale rispetto a quanto fatto finora”.

Mascherina
Mascherina

La risposta di Lopalco

Il docente di igiene all’Università del Salento, Pier Luigi Lopalco, ha risposto all’AdnKronos all’appello di Sasso. Finché la circolazione virale da Sars CoV-2 resta alta, la mascherina in ambienti confinati, scuola compresa, è utile. Già nelle prossime settimane – si spera – potrebbe diventare meno importante a fronte di una circolazione virale in diminuzione”.

Lopalco ha inoltre dichiarato quanto segue. “Penso che il principio che dovrebbe guidare le scelte sull’uso della mascherina da oggi in avanti debba essere basato sulla forte raccomandazione in concomitanza con livelli di circolazione virale elevata. Gli obblighi potrebbero essere superati da un buon livello di comunicazione e scelta consapevole dei cittadini”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 16-05-2022


Putin: “La Russia reagirà all’entrata di Svezia e Finlandia nella Nato”

Emergenza climatica, Valentini: “Solo 3 giovani su 10 si impegnano”