Il 34enne Lorenzo Farinelli è deceduto a causa di un linfoma chemioresistente. Sono stati raccolti oltre 600 mila euro per una cura sperimentale negli Usa.

ANCONA – Lorenzo Farinelli è morto dopo aver combattuto per otto lunghi mesi contro un linfoma che si era dimostrato resistente alla chemio. Trentaquattro, di Ancona, il giovane era medico e attore.

L’appello su youtube

Solo pochi giorni fa, Lorenzo Farinelli aveva lanciato un appello su youtube.

Voglio vivere, potete darmi una mano? Non mi arrendo, ho fatto delle promesse e voglio mantenerle, perché non è finita finché non è finita. Ho combattuto fin da subito, ho fatto tanta chemio purtroppo i risultati non sono stati buoni“.

Raccolta fondi per cura in America

La storia di Lorenzo Farinelli ha commosso l’Italia. Il piano alternativo era il protocollo sperimentale “Car-T”, già diffuso negli Stati Uniti e appena arrivato in Europa, che avrebbe permesso ai linfociti di identificare ed eliminare le cellule tumorali altrimenti indistinguibili all’organismo.
La raccolta fondi aveva raggiunto quota 600 mila euro.

La corsa contro il tempo

Farinelli era stato dimesso dal centro clinico di Milano. La chemioterapia era stata interrotta per preparare il viaggio Oltreoceano. Purtroppo senza fare in tempo: il giovane si è spento nella propria abitazione di Ancona.

Il Linfoma

Il Linfoma non Hodgkin è una delle neoplasie maligne del tessuto linfatico. Tra queste quello a grandi cellule B, il più diffuso, quello che ha colpito anche Lorenzo Farinelli, il quale aveva iniziato a perdere l’uso delle gambe. E’ un tipo di linfoma molto aggressivo: la chemioterapia è risolutiva nel 60% dei casi.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Ancona Linfoma non-Hodgkin Lorenzo Farinelli medico

ultimo aggiornamento: 12-02-2019


Crac Carife, condannati l’ex presidente Lenzi e il direttore generale Forin

Migranti, la Libia soccorre un barcone nel Mediterraneo. Salvini: tornano da dove sono partiti