Luca Morisi lascia la Lega. Il creatore della Bestia ha comunicato di aver fatto un passo indietro “per questioni famigliari”.

Salvini perde la sua arma in più in termini di comunicazione social: Luca Morisi, creatore della Bestia, lascia la Lega. Con pochi parole e tante ipotesi sul passo indietro di quello che è stato uno degli artefici della grande ascesa del partito, dell’uomo che ha creato l’immagine del Capitano Matteo Salvini.

Luca Morisi lascia la Lega: ha creato l’immagine del Capitano Salvini

Luca Morisi lascia la Lega dopo aver contribuito all’ascesa del partito e dopo averla portata alla conquista dei social. È il creatore di quella che è stata ribattezzata come la Bestia, la macchina comunicativa che ha dominato i social, in primo luogo Facebook. Salvini ha ideato la strategia, Morisi l’ha messa in atto con competenza e maestria.

Ringrazio tutti per l’interesse e l’amicizia: sto bene, non c’è alcun problema politico, in questo periodo ho solo la necessità di staccare per un po’ di tempo per questioni famigliari“, ha dichiarato Morisi parlando del suo addio. Ma non mancano le ipotesi, le indiscrezioni e le speculazioni sul passo indietro del guru dei social. Secondo alcuni Morisi avrebbe gatto un passo indietro anche per le necessità della Lega di cambiare la sua identità comunicativa per renderla più istituzionale e meno esasperata.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

La Bestia di Morisi

Il funzionamento della Bestia era semplice. Decine di post, video e immagini pubblicate sui social. Tutti contenuti virali, che parlano alla pancia dell’elettorato. Una comunicazione social capace di spostare gli equilibri e incidere sui sondaggi. Una strategia che ha impiegato una ventina di addetti, incaricati di curare le pagine social del Capitano.

La strategia ha iniziato ad essere meno efficace dopo la caduta del governo Conte e il passaggio di Salvini all’opposizione. Poi la nascita del governo Draghi ha imbrigliato la comunicazione di Salvini. Anche quella social.

ultimo aggiornamento: 24-09-2021


Il Green Pass anche per andare a messa. Bassetti, “Trattativa con il governo”

Catalogna, Carles Puigdemont torna libero. Se non si presenta il 4 ottobre all’udienza il caso è chiuso