Nuova ondata di maltempo in Italia. Il Piemonte è stato colpito da forti piogge. Su Torino una grandinata da record.

TORINO – Nuova ondata di maltempo in Italia in questa estate molto particolare. La regione più colpita è stata il Piemonte, co una violenta grandinata che si è abbattuta per un’ora su Torino. Chicchi come noci e centinaia le chiamate ai vigili del fuoco. Nessuna persona è rimasta ferita, ma alcuni cittadini sono stati salvati dai pompieri in corso Inghilterra dopo che la loro auto è stata colpita da un albero.

Disagi anche nel Verbano per piogge e allagamenti. Il traffico è stato bloccato per alcune ore, ma la situazione piano piano sta ritornando alla normalità.

Maltempo in provincia di Varese

Il maltempo ha colpito anche la provincia di Varese. I vigili del fuoco hanno effettuato una cinquantina di interventi per mettere in sicurezza piante e alberi danneggiati dal vento e per rimuovere i detriti dal manto stradale. Interventi anche per mettere in salvo alcuni cittadini bloccati dall’acqua nelle proprie abitazioni o nelle auto.

Anche in questo caso non sono stati registrati feriti e la situazione sembra tornare alla normalità. Nelle prossime ore le autorità locali effettueranno tutti gli approfondimenti e si valuterà se richiedere lo stato di emergenza per quanto successo.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Vigili del Fuoco
Vigili del Fuoco

Italia divisa in due

Una seconda settimana di luglio che sembra dividere l’Italia in due dal punto di vista meteorologico. Il Centro-Nord dovrà fare i conti con violenti e improvvisi temporali e temperature più basse rispetto agli ultimi giorni. Il Sud, invece, avrà il sole e il termometro continuerà a segnare più di 30 gradi.

La situazione dovrebbe migliorare con il passare dei giorni. La prossima settimana il caldo è atteso in tutta la Penisola, con le temperature che ritorneranno sopra la media della stagione estiva. Anche se non sono esclusi in futuro altri temporali.


Coronavirus, “quattro o cinque giorni per vedere gli effetti degli assembramenti per gli Europei”

Le Grandi Navi ‘salutano’ Venezia