Via libera alla Manovra: le misure contenute nel provvedimento approvato dal Senato e dalla Camera.

Il 30 dicembre la Camera ha dato il via libera alla Manovra che diventa legge. Si tratta di un testo espansivo che guarda alle famiglie ma anche alle imprese, che guardano con fiducia al 2022, che deve essere l’anno della ripartenza dopo la drammatica parentesi dell’emergenza sanitaria.

Palazzo Chigi
Palazzo Chigi

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La manovra è legge: le misure

Andiamo a vedere quelle che sono le misure più importanti contenute nel provvedimento approvato in via definitiva il 30 dicembre.

La riforma dell’Irpef

Con la legge di bilancio il governo mette sul piatto circa otto miliardi di euro destinati al taglio delle tasse. Una delle grandi novità è rappresentata dalla riforma dell’Irpef, che ha fatto discutere. Per i redditi fino a 15.000 euro viene confermato il bonus Renzi da 100 euro.

Lo slittamento delle addizionali

La manovra prevede lo slittamento al prossimo mese di marzo delle addizionali regionali e comunali all’imposta sull’Irpef.

Il taglio dell’Irap

Per quanto riguarda il mondo del lavoro, la legge di bilancio dispone il taglio dell’Irap per più di ottocentomila lavoratori con partita Iva.

Il rinvio di plastic tax e sugar tax

Con la manovra si procede inoltre con il rinvio al 2023 della plastic tax e della sugar tax. Per il rinvio il governo ha stanziato circa 650 milioni.

Il pagamento delle cartelle

Si allunga a sei mesi il tempo per pagare le cartelle notificate dal 1 gennaio fino alla fine del mese di marzo del 2022. Sarà possibile pagare entro sei mesi senza interessi e senza sanzioni.

Le misure contro le delocalizzazioni

Con la manovra il governo scende in campo contro le delocalizzazioni. I datori di lavoro con aziende con almeno 250 dipendenti dovranno comunicare la chiusura di una sede che comporta un minimo di cinquanta licenziamenti. La chiusura della sede deve essere comunicata con novanta giorni di anticipo ai Ministeri competenti, ai sindacati e alle autorità competenti.

Il Superbonus al 110%

Nella manovra, come noto, trova spazio il Superbonus, prorogato anche per le villette. In base alle ultime modifiche, cade il tetto Isee per le abitazioni unifamiliari Per gli edifici che si trovano in aree colpite dal sisma, il Superbonus è prorogato fino al 2025.

Bonus Tv

Sono 68 i milioni messi sul piatto dal governo per rifinanziare il bonus tv e decoder nel 2022. Si tratta di una misura dedicata alle persone che devono cambiare apparecchio per adeguarsi al nuovo digitale terrestre.

Le misure contro il caro bollette

Contro il caro bollette il governo mette sul piatto quasi 4 miliardi per il primo trimestre del 2022. Inoltre, come abbiamo visto, c’è la possibilità di rateizzare in dieci rate il pagamento delle bollette di luce e gas.

I fondi destinati all’emergenza sanitaria

Per la struttura commissariale guidata dal Generale Figliuolo vengono stanziati 50 milioni. Inoltre il governo ha stanziato circa 1,8 miliardi per l’acquisto di medicinali contro il Covid.

soldi euro
soldi euro

Il testo approvato dalla Camera

Tutte le misure sono riportate nel documento pubblicato sul sito della Camera dei Deputati. In seguito all’approvazione si procede con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

governo Draghi

ultimo aggiornamento: 30-12-2021


Quota 102, Ape sociale e Opzione donna: come si andrà in pensione anticipata nel 2022

Nuovo decreto Covid su quarantena e Super Green Pass: quando entrano in vigore le nuove regole