Manovra, scontro su Quota 100. Di Maio: "Troveremo la quadra con il PD"

Scontro su Quota 100. Di Maio e Conte confermano la misura. Italia Viva: “Si crea il burrone Salvini”

Manovra, è scontro su Quota 100. Di Maio rassicura: “Opinioni diverse su alcuni temi ma troveremo la quadra con il Partito Democratico”.

ROMA – Manovra, è scontro su Quota 100. Sono ore caldissime a Palazzo Chigi in vista di un Consiglio dei ministri (rinviato a stasera n.d.r.) che si preannuncia molto teso. La legge di bilancio continua ad essere oggetto di scontro tra PD e M5s con i renziani che ribadiscono il loro no alla riforma delle pensioni voluta dalla Lega.

Proprio questo è il nodo principale da sciogliere. In giornata previsti altri incontri per cercare di arrivare ad un punto di incontro. Non ci dovrebbero essere ulteriori rinvii visto che Bruxelles attende la bozza tra oggi e domani con la manovra che deve arrivare in Parlamento entro venerdì.

Di Maio assicura: “Troveremo la quadra con il PD”

Nonostante un po’ di tensione, la fiducia all’interno della maggioranza non manca come confermato da Di Maio: “Questa deve essere una manovra che unisce e non divide – ha assicurato il leader pentastellato – si deve puntare alla crescita e a nuovi posti di lavoro. Abbiamo raggiunto diversi obiettivi che sono la dimostrazione di un governo che va spedito. Io penso che alla fine troveremo la quadra“.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio (fonte foto: https://www.facebook.com/pg/LuigiDiMaio)

Di Maio conferma Quota 100

I dubbi restano su Quota 100 ma Di Maio ribadisce la necessità di confermare il provvedimento: “In questa cornice è evidente che l’esecutivo non potrebbe mai sostenere un aumento delle tasse e men che meno un altro colpo ai pensionati con l’abrogazione di questa norma. Non è neanche immaginabile mettere i pensionati contro i lavoratori, sostenendo che bisognerebbe creare esodati per ridurre il cuneo fiscale. Abbiamo la responsabilità di unire il Paese e non dividerlo“.

Appuntamento, quindi, questa sera a Palazzo Chigi per un Consiglio dei ministri decisivo per il futuro di questo esecutivo e in particolare della legge di bilancio.

Italia Viva risponde al M5s: “Si rischia il burrone”

In mattinata sono arrivate anche le parole di Conte che confermano la misura ma il deputato Marattin (Italia Viva) ribadisce la linea renziana: “In caso di abolizione siamo disposto a prenderci carico di tutte le persone che hanno deciso di uscire dal mondo del lavoro. Nessuna barricata ma si rischia di creare il burrone Salvini“.

ultimo aggiornamento: 15-10-2019

X