La Marcia per la Pace compie 60 anni. Anche in questa edizione centinaia di persone protagonisti sul percorso da Perugia ad Assisi.

PERUGIA – La Marcia per la pace compie 60 anni. Una edizione molto particolare quella 2021 della passeggiata da Perugia ad Assisi. La partenza è stata decisa dal luogo dove nel 1961 Aldo Capitini riunì le persone per la prima volta in assoluto di questa importante manifestazione.

Una camminata che ha visto protagonisti giovani e ragazzi. La grande bandiera della pace è stata portata dagli studenti dell’Istituto Comprensivo Sinalunga e dell’Università di Padova, che hanno avuto il compito di portarla fino alla Rocca Maggiore di Assisi. Una marcia che ha visto tutte le persone indossare la mascherina.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Lo slogan della Marcia per la Pace 2021

Per questa edizione della Marcia per la Pace lo slogan scelto è stato I Care, accompagnato dalla scritta Cura è il nuovo nome della pace. Gli organizzatori, riportati dall’Ansa, hanno parlato di circa diecimila iscritti a partecipare alla partenza, ma il numero è sicuramente più alto per le adesioni libere.

C’è voglia di tornare a marciare per la pace – hanno detto durante uno degli interventi dal palco – e stringersi intorno ai temi importanti”.

Basilica San Francesco
Basilica San Francesco

Il messaggio di Papa Francesco

Anche Papa Francesco ha voluto mandare un messaggio a tutti i partecipanti alla Marcia per la Pace: “Ancora oggi gli Stati spendono enormi somme di denaro per gli armamenti, mentre nelle Conferenze internazionali si proclama la pace, distogliendo di fatto dai milioni di fratelli e sorelle che mancano del necessario per vivere o trascinano un’esistenza indegna dell’uomo“.

Le parole del presidente Mattarella

Nel suo messaggio il presidente Mattarella ha ricordato come “la marcia Perugia-Assisi è ancora una volta un segno di speranza. I valori che la ispirano e la partecipazione che continua a suscitare sono risorse preziose in questo nostro tempo di cambiamenti, ma anche di responsabilità […]. La pace non è soltanto possibile, ma è un dovere di tutti […]“.

ultimo aggiornamento: 10-10-2021


I numeri dell’emergenza coronavirus, il punto della settimana

Tragedia in Russia, precipita aereo: 15 morti