Marotta attacca la Lega Serie A per il rinvio delle partite a porte chiuse: “Campionato falsato, il rischio di chiudere il campionato esiste”.

Le società di Serie A non hanno apprezzato la decisione della Lega di rinviare le partite della ventiseiesima giornata che si sarebbero dovute giocare a porte chiuse per l’esperienza coronavirus. Per conferma chiedere a Marotta, che ai microfoni de il Corriere della Sera ha parlato di campionato falsato.

Marotta ad alzo zero contro la Lega: “Il campionato è falsato”

Marotta ha parlato del rinvio last minute di Juventus-Inter e delle altre partite che si sarebbero dovute disputare a porte chiuse. Il dirigente nerazzurro ha parlato di campionato falsato per una catena decisionale sbagliata e caotica.

Certo che sì. Il campionato così è falsato, bisogna garantirne la regolarità, salvaguardare la corretta competitività e in questo modo non lo si è fatto per nulla. Lascia sconcertati una decisione simile a poche ore dal match: è molto grave. Il governo dà certe direttive, ma il calcio ha le sue regole, è un fenomeno sociale impattante e la Lega serie A non può decidere in questo modo caotico. Al giovedì si fa un comunicato per dire si gioca, al sabato un altro per bloccare tutto: vi pare possibile? Giocare a porte chiuse sarebbe stato un pessimo spot, ma la catena decisionale è stata tutta sbagliata“.

Marotta
Marotta

Emergenza coronavirus, Beppe Marotta contro la Lega Serie A: “Bisognava rinviare questa giornata”

Beppe Marotta ha poi parlato del rapporto tra il calcio e la politica e delle voci sulle presunte pressioni fatte dalla Juventus per il rinvio del big match.

“Non mi interessa. Se è stato il governo a spingere sulla Lega non ci sono altre capziosità. Il mio rimprovero va comunque al presidente della Lega, Paolo Dal Pino, che ha deciso senza riunire un consiglio straordinario, senza sentire nessuno: è sbagliato. Bisognava salvaguardare il campionato, sennò per forza poi emergono certi discorsi. Per questo l’Inter ha chiesto e ottenuto per oggi un consiglio straordinario di Lega”.

Marotta ha quindi spiegato perché molte società, inclusa l’Inter, ritengono che la decisione della Lega Serie A abbia falsato il corso della stagione.

“C’è un’alterazione degli equilibri, è lampante. È tutto stravolto: allenamenti, forma fisica e psicologica delle squadre. È diverso scendere in campo con un distacco minimo o più ampio. La verità è che bisognava rinviare tutta questa giornata“.

Marotta, “Il rischio di chiusura della Serie A esiste”

Nella parte conclusiva della sua intervista al Corriere della Sera, Marotta ha parlato del rischio di chiusura della Serie A.

“Il rischio di chiusura della serie A esiste. Non ci sono più date, il calendario è troppo fitto, adesso va anche spostata la data e la sede della Coppa Italia. È stato fatto un caos e lo ridico ancora: bisogna scendere da 20 a 18 squadre”.

TAG:
calcio news Inter

ultimo aggiornamento: 01-03-2020


Juventus-Inter, la Lega Serie A replica a Marotta

Serie A, non c’è l’accordo sui recuperi: convocata un’assemblea straordinaria di Lega