Marta Fascina, in arrivo il maxi taglio: diserta ancora e sarà costretta "a pagare"
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Marta Fascina, in arrivo il maxi taglio: diserta ancora e sarà costretta “a pagare”

Marta Fascina

Dovrà “pagare” per le assenze. Marta Fascina si appresta a ricevere un maxi taglio per via delle sue ultime mancanze verso Forza Italia.

Ancora forti tensioni tra Forza Italia e Marta Fascina. L’ultima compagna di Silvio Berlusconi si appresta a ricevere un maxi taglio. Infatti, nel partito, moltissimi deputati sembrano essersi stancati delle continue assenze della donna che ha disertato anche l’ultimo congresso per festa dei 30 anni di FI appunto. In questo senso, per la donna sarebbero in arrivo delle conseguenze.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Marta Fascina
Marta Fascina

Marta Fascina, la rabbia di Forza Italia

Marta Fascina ha deciso di non farsi vedere al recente congresso di Forza Italia disertando anche la festa per i 30 anni del partito. Una mossa che ha aumentato la tensione, più di quanto già ve ne fosse in precedenza, tra i colleghi deputati.

Il malumore, da quanto si apprende da Repubblica, verso l’ultima compagna di Silvio Berlusconi è tanto. Diversi deputati, infatti, avrebbero fatto capire che è il momento di mandare un segnale alla donna.

In questo senso, molto probabile che venga presa una decisione importantissima che riguarda la possibilità di togliere “la giustificazione”.

Il segnale

Sarebbe questo questo il segnale che Forza Italia vuole dare alla Fascina. Ogni gruppo parlamentare ha a disposizione un pacchetto di giustificazioni e FI ne avrebbe due. Queste servono a permettere al deputato assente di ricevere lo stesso la diaria pari a 206 euro a seduta per un totale di 1.200-1.600 euro al mese.

In questo senso, FI vorrebbe far partire il maxi taglio alla donna. Di fatto costringendola “a pagare” per le sue assenze.

Da quanto si apprende, poi, la Fascina sarebbe a rischio anche per quanto concerne il suo incarico di segretaria della Commissione Difesa. In questo senso, però, per attendere decisioni e mosse occorrerebbe del tempo visto che il momento in cui si rivedranno tutti i vertici delle commissioni, come sempre, arriva a circa metà legislatura.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 26 Febbraio 2024 13:41

M5S e Pd: svelato il vero obiettivo politico

nl pixel