Di Maio punge Salvini: Il governo del cambiamento non può fare l’occhiolino a Berlusconi

Matera, Luigi Di Maio ammonisce Matteo Salvini: Quando parli di governo del cambiamento non puoi fare l’occhiolino a Berlusconi.

Intervenuto ai microfoni dei giornalisti in occasione della sua visita a Matera, il leader del MoVimento Cinque Stelle Luigi Di Maio è tornato a parlare del rapporto della Lega e dei presunti contatti tra Matteo Salvini e Silvio Berlusconi.

Luigi Di Maio: Vogliamo portare avanti il governo ma quando parli di cambiamento non puoi fare l’occhiolino a Berlusconi

Luigi Di Maio ha commentato i rapporti con la Lega sottolineando che il suo scopo è quello di arrivare al termine del mandato ma a patto che si resti nel percorso tracciato al momento della stesura del Contratto di governo.

“Ci siamo detti che volevamo creare un Governo del cambiamento e vogliamo portare avanti questo Governo del cambiamento per altri quattro anni: quando parli di Governo del cambiamento non puoi fare l’occhiolino a Berlusconi”

“Sento di continue telefonate tra la Lega e Berlusconi. Non so cosa ne pensiate voi, ma la coerenza a casa mia un valore ce l’ha“.

Lauigi Di Maio e Matteo Salvini
Roma 01/06/2018 – giuramento Governo Italiano / foto Insidefoto/Image nella foto: Luigi Di Maio-Matteo Salvini

Di Maio: Se vogliamo parlare di una serie di derive a cui ho assistito negli ultimi mesi io non posso consentire che il Movimento stia zitto

Luigi Di Maio ha però voluto sottolineare anche quelli che sono i punti di distanza tra il Movimento Cinque Stelle e la Lega.

“Non credo che peggiorino i rapporti, finché restiamo nel Contratto ci sono tante cose da fare per gli italiani e questo Governo deve andare avanti, ma se vogliamo, invece, parlare di una serie di derive a cui ho assistito negli ultimi mesi, io non posso consentire che il Movimento cinque stelle stia zitto, ad esempio sull’autonomia“.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Elezioni in Sicilia, Di Maio: Quando vince il Movimento si mandano all’opposizione il Patto del Nazareno e gli estremismi

Il leader del Movimento Cinque Stelle ha poi voluto commentare i risultati delle elezioni amministrative in Sicilia.

“Quando vince il Movimento cinque stelle si mandano all’opposizione il Patto del Nazareno e gli estremismi. Quando non vince il Movimento Cinque Stelle, vincono coalizioni di Pd e Forza Italia insieme, come successo a Gela: questo è inquietante per il futuro del Paese. Per questo credo che bisogna continuare a dare fiducia al Movimento cinque stelle”.

ultimo aggiornamento: 14-05-2019

X