Il leader della Lega Matteo Salvini contro Giuseppe Conte: “Vive male, è ossessionato da me. Abolizione dei decreti sicurezza è un atto ostile verso gli italiani”.

Matteo Salvini torna a criticare il premier Giuseppe Conte e lo fa riprendendo alcuni punti salienti della conferenza di fine anno del presidente del Consiglio, che non ha risparmiato stoccate al leader della Lega.

Matteo Salvini contro Giuseppe Conte: “Vive male, è ossessionato da me”

Parlando del futuro prossimo, Giuseppe Conte ha parlato dei piani del governo, chiamato a correre una maratona di tre anni. Maratona che secondo Matteo Salvini, durerà appena un chilometro, poi il governo si scontrerà con la realtà e sarà costretto a fare un passo indietro.

“Maratona? Conte non arriva neanche al primo chilometro. L’ostacolo sarà la realtà, c’è una situazione economica preoccupante. È una persona che vive male, è ossessionata da me, lui si alza la mattina e va a dormire pensando a me”.

“Io conto che il governo vada a casa al di là delle sconfitte in Emilia-Romagna e in Calabria. Guardiamo la tragicommedia delle ultime ore, salta un ministro se ne inventano due, di cui uno indagato”, ha aggiunto il leader della Lega.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial

Salvini, “Conte e Renzi vogliono tornare alla legge Fornero. Li teniamo bloccati giorno e notte per mesi”

Matteo Salvini ha poi commentato la possibile modifica o abolizione che sarebbe nel programma del governo giallorosso. Il leader della Lega ha minacciato barricate in Parlamento anche nel caso in cui l’esecutivo voglia tornare alla riforma della legge Fornero.

“Conte e Renzi vogliono tornare alla legge Fornero. Li teniamo bloccati giorno e notte per mesi, è criminale tornare alla legge Fornero. E non permetteremo loro neanche di cancellare i decreti sicurezza: è un atto ostile contro gli italiani”.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
evidenza Giuseppe Conte Matteo Salvini News politica primo piano

ultimo aggiornamento: 30-12-2019


Elezioni in Emilia Romagna, i sondaggi ‘premiano’ Bonaccini

M5s, solo il 12 per cento è in regola con i pagamenti dei rimborsi