Il mega yatch presente a Carrara è di Putin? Per gli 007 americani sì. Ecco tutte le ultime indiscrezioni.

ROMA – Il mega yatch presente a Carrara è di Vladimir Putin. A dirlo è il New York Times che cita fonti degli 007 americani. Secondo quanto riferito dal quotidiano statunitense riportato da TgCom24, lo Scheherazade, nonostante le smentite della The Italian Sea Gruop, le agenzie di intelligence degli Usa avrebbero raccolto i primi indizi.

Si tratta di carte che, se vere, potrebbero presto finire sul tavolo del governo italiano. Bisogna precisare che fino a questo momento non sono previste sanzioni per Putin e quindi non è previsto il sequestro, ma vedremo cosa succederà nei prossimi giorni.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Putin nel pacchetto delle sanzioni contro la Russia?

Fino a questo momento, come detto, Putin non è stato assolutamente toccato dalle sanzioni. Forse un po’ a sorpresa l’Unione Europea ha sempre escluso il presidente russo dalle misure restrittive e proprio per questo motivo lo yatch presente a Carrara potrebbe non essere sequestrato.

Naturalmente sono in corso tutte le verifiche del caso e nei prossimi giorni o settimane sono attese importanti novità. Inoltre, non è da escludere che lo stesso Putin venga inserito nel quarto pacchetto di sanzioni contro la Russia.

Vladimir Putin
Vladimir Putin

Il braccio di ferro con l’Unione Europea

Naturalmente ci aspettiamo in futuro un braccio di ferro importante con la Russia per l’Unione Europea. Vedremo cosa succederà e se si riuscirà, come in tanti sperano, ad arrivare ad un vero e proprio accordo per evitare altre sanzioni.

La strada, come detto in più di un’occasione, non è delle più semplici almeno in questo momento, ma in futuro non possiamo escludere un passo indietro dei diretti interessati per chiudere definitivamente la vicenda e aprire una nuova pagina di storia.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 12-03-2022


Cosa sono le accise e come influenzano i consumi

Guerra in Ucraina, l’uomo più ricco sta facendo di tutto per aiutare i suoi connazionali