Mercato Milan: bye bye Cahill, Arsenal a un passo

Sfuma un altro obiettivo di mercato in casa Milan. Gary Cahill rimarrà infatti a Londra, cambiando però sponda: affare quasi chiuso con i Gunners

Gary Cahill sta per dire addio al Chelsea, come preventivato ormai da settimane. Nel suo futuro, però, non ci sarà l’Italia: alla fine, la volontà di proseguire la carriera in Inghilterra ha avuto la meglio. Il difensore centrale non dovrà neanche spostare la sua residenza, dato che la prossima tappa della sua carriera, salvo stravolgimenti dell’ultim’ora, sarà l’Arsenal. Da Stamford Bridge all’Emirates Stadium: il tecnico dei Gunners Unai Emery sta facendo di tutto per avere da subito il nuovo rinforzo, cercando così di rinforzare un reparto arretrato falcidiato dagli infortuni.

Cahill-Arsenal già a gennaio?

L’obiettivo del manager spagnolo dell’Arsenal è dunque quello di anticipare di sei mesi l’arrivo di Gary Cahill. Questo potrà probabilmente avvenire pagando un piccolo conguaglio al Chelsea per liberare prima il difensore centrale.

Sfuma dunque un obiettivo di mercato per il Milan, anche se le priorità di Leonardo e Maldini sono per adesso quelle di rafforzare centrocampo e attacco. I recuperi di Musacchio e Romagnoli e le buone prestazioni fornite da Zapata e Abate, infatti, hanno fatto capire alla dirigenza rossonera che non è necessario investire nel pacchetto arretrato.

Cesc Fabregas
Fonte foto: https://www.facebook.com/talkchelsea/?tn-str=k*F

Mercato Milan: caccia a centrocampista e attaccante

La società di via Aldo Rossi, quindi, sta concentrando i propri sforzi per arricchire i due reparti apparsi al momento più carenti. In primis, il centrocampo. Biglia e Bonaventura, vittime di gravissimi infortuni, hanno infatti lasciato una voragine in mezzo: serve un uomo con visione di gioco e piedi buoni, Fabregas è ancora in pole position, anche se la trattativa è complicatissima.

Per quanto riguarda l’attacco, il nome caldo continua ad essere quello di Pato. Il giocatore ha voglia di tornare a vestire il rossonero: le difficoltà sono legate alla trattativa col Tianjin. I rossoneri proveranno la via del prestito con diritto/obbligo di riscatto, ma non sarà facile convincere il club cinese.

ultimo aggiornamento: 28-12-2018

X