Il team principal della Mercedes, Toto Wolff parla dei danni derivati dal Poipoising in F1. Queste le dichiarazioni del dirigente.

Il problema del Porpoising è molto delicato in F1, La Mercedes è la scuderia più colpita mentre altri team come Red Bull riescono a mitigare il problema. La Fia è intervenuta aggiungendo due novità nelle direttive tecniche. Novità che hanno pesantemente fatto storcer il naso proprio alla casa austriaca.

Il team principal della Mercedes, Toto Wolff parla così del problema a Viaplay: “Stiamo generando un carico verticale fino a 6G, quindi non è più la muscolatura che viene colpita, ma le ossa i piloti si sono riuniti e tutti, tranne uno, hanno convenuto che bisogna fare qualcosa, ma non so cosa si possa fare“.

Lewis Hamilton Mercedes
Lewis Hamilton

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La difesa di Ricciardo

Toto Wolff, team principal della Mercedes F1 aggiunge sulla performance della W13: “Dobbiamo guardare prima di tutto a noi stessi – ha aggiunto Wolff – abbiamo una grande affidabilità, ma mancano le prestazioni. Le scuderie che ci precedono sono troppo veloci al momento. Sono sicuro che riusciremo a sbloccarci, e quindi tutti i punti ottenuti sin qui potranno essere molto preziosi alla fine“.

Ricciardo, pilota McLaren ha voluto difendere Hamilton accusato di aver fatto scenata, queste le parole a Press Association: “Dopo la gara si è parlato di Lewis, ho visto alcuni dati, ho visto le immagini di lui che scendeva dalla macchina e si stiracchiava la schiena e posso dire che non stava esagerando. Era tutto davvero molto scomodo. Tra l’altro, è una cosa che è molto visibile: se ascoltate l’audio dell’auto, potete sentire i salti e i rimbalzi e dalle immagini potete vedere che anche il casco si muove.”

Conclude parlando così il pilota australiano: “Non è normale o comodo. Nella posizione in cui siamo seduti nell’auto, non abbiamo molto spazio per muoverci e quindi non siamo preparati agli impatti. Non sono sicuro al 100% se ciò dipenda da un cambiamento delle regole o dal modo in cui i team hanno allestito le vetture, ma non vorrei che qualcuno si facesse male o soffrisse inutilmente. Ne abbiamo parlato nel corso della stagione, ma visto che Baku è un appuntamento così importante, sono sicuro che se ne parlerà nel briefing dei piloti di venerdì al GP del Canada”. Vedremo se cambieranno ora le prestazioni in gara dopo le due direttive tecniche.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Formula 1

ultimo aggiornamento: 17-06-2022


Super Yacht, arriva la Ferrari del mare: al suo interno anche un garage per auto sportive

F1, Gran Premio del Canada: la pole va a Verstappen, Leclerc parte dietro