Anche l’ex cancelliera della Germania, Angela Merkel, si è schierata contro la Russia: scopriamo quali sono le sue parole.

La guerra in Ucraina va avanti da più di tre mesi. Ormai, moltissimi politici si sono schierati, e la maggior parte di questi è decisamente dalla parte dell’invaso. L’Ucraina di Volodymyr Zelensky ha raccolto innumerevoli attestati di solidarietà, ma non solo: una moltitudine di stati Nato ha anche deciso di foraggiare la difesa ucraina tramite armi. Questo è il livello di supporto europeo nei confronti dell’Ucraina. Tra i volti noti della politica che hanno deciso di schierarsi apertamente a favore di Volodymyr Zelensky e del popolo ucraino, anche l’ex cancelliera tedesca, Angela Merkel. Queste le sue parole.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le dichiarazioni dell’ex cancelliera

Angela Merkel, ex cancelliera tedesca, ha definito l’invasione del presidente della Russia, Vladimir Putin, ai danni dell’Ucraina una “barbara guerra di aggressione”. Queste le parole di Merkel, che, a soli sei mesi dalla fine del suo mandato, ha descritto come un “punto di svolta di grande portata” l’invasione di Putin ai danni della patria di Zelensky. L’ex cancelliera tedesca ha inoltre definito la guerra in Ucraina come la “violazione più evidente del diritto internazionale” nella storia europea dal termine della seconda guerra mondiale. “La mia solidarietà va all’Ucraina, che è stata attaccata e saccheggiata dalla Russia”, ha inoltre detto Angela Merkel in merito al conflitto.

Angela Merkel
Angela Merkel

L’attuale leader tedesco

A dirigere il Paese tedesco è ora Olaf Scholz, che ha dichiarato quanto segue, una settimana fa, in merito al presidente russo. “Putin non deve vincere e sono convinto che non vincerà”, ha dichiarato Scholz, aggiungendo anche che “la Russia ha già mancato molti dei suoi obiettivi e sembra ormai chiaro che non riuscirà a prendere tutta l’Ucraina”. Da ciò, per Scholz, la pace non può essere dettata dalla Russia, in quanto “non l’accetterà l’Ucraina e non l’accetteremo noi”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 02-06-2022


Si celebra oggi la Festa della Repubblica italiana

Metsola: “I rappresentanti delle società russe banditi dal Parlamento Ue”