Le estensioni di Google Docs ci permettono di estendere le funzionalità del celebre editor di testo. Ecco quelle più nuove e interessanti.

Google Docs è uno dei migliori servizi offerti da Google e la sua popolarità ha ormai raggiunto quella di Word, il software di scrittura della Microsoft. A differenza del servizio della Microsoft, potremo sfruttare Google Docs gratuitamente, il che rappresenta un grande vantaggio. Le estensioni di Google Docs inoltre costituiscono un importante strumento per estenderne le funzionalità.

Per rendere questo servizio di Google ancora più completo e per adattarlo alle nostre esigenze infatti, gli sviluppatori hanno previsto la possibilità di installare estensioni, che permettono di aggiungere o modificare le funzionalità. Non ci resta che scoprire quali sono gli add-on più popolari su cui possiamo puntare per migliorare Google Docs.

EasyBib Bibliography Creator

Una delle migliori estensioni per la creazione della bibliografia si chiama EasyBib Bibliography Creator. Con questo add-on potremo gestire in maniera semplice le fonti da cui abbiamo attinto per la stesura del nostro documento e potremo organizzare in pochi minuti una bibliografia chiara ed ordinata.

L’estensione è disponibile sia in versione gratuita che in versione a pagamento. Con il piano a pagamento potremo scegliere tra oltre settemila stili per la nostra bibliografia e potremo sfruttare delle funzionalità aggiuntive come il controllo della grammatica e la verifica di plagio.

DocHub

Per firmare i documenti direttamente da PC possiamo installare l’estensione DocHub. Grazie a questo add-on potremo apporre la firma sui nostri documenti. L’estensione è compatibile con i documenti in formato Word e PDF e mette a nostra disposizione anche delle funzionalità aggiuntive per la gestione dei documenti, disponibili sottoscrivendo il piano a pagamento. La differenza principale tra la versione gratuita e quella a pagamento sono i limiti di utilizzo, che vengono eliminati passando all’abbonamento premium.

Pixabay Free Images

Per arricchire i nostri documenti con delle foto senza diritti d’autore dobbiamo fare riferimento ai portali che raccolgono questo tipo di immagini. Pixabay è uno dei siti web più famosi ed è ora disponibile anche l’estensione ufficiale Pixabay Free Images che ci aiuta a trovare immagini gratuite direttamente da Google Docs.

MathType

Se nei nostri documenti abbiamo bisogno di scrivere formule matematiche non possiamo fare a meno dell’estensione MathType. Con questa estensione riusciremo a gestire senza difficoltà sia le formule matematiche, sia le formule chimiche. L’add-on è in prova gratuita per il primo mese, terminato il quale potremo sottoscrivere l’abbonamento annuale.

Lucidcharts Diagram

Per arricchire i nostri documenti con grafici e diagrammi possiamo sfruttare le potenzialità dell’estensione Lucidcharts Diagram. Le funzionalità di base sono disponibili gratuitamente e l’add-on può essere usato a costo zero per un massimo di tre documenti. Se invece desideriamo godere di tutte le funzionalità di questa estensione e non vogliamo che ci vengano imposti limiti di utilizzo, la scelta migliore è passare alla versione a pagamento.

SEMrush SEO Writing Assistant

La scrittura online ottimizzata per i motori di ricerca richiede il rispetto di alcune specifiche regole, seguendo le quali riusciremo a migliorare il posizionamento dei contenuti. Per l’ottimizzazione SEO direttamente da Google Docs possiamo installare l’estensione SEMrush SEO Writing Assistant, ideale sia per migliorare il punteggio SEO dei nostri contenuti, sia per accertarci che non siano troppo simili ad altri articoli presenti sul web.
L’unico neo di questa estensione è che per funzionare al meglio necessita di un abbonamento a Semrush, a pagamento.

Fonte foto copertina: blog.google/products/photos/simplifying-google-photos-and-google-drive/

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
google docs google drive guide News Office tech

ultimo aggiornamento: 30-09-2020


Come aprire i file .jar in Windows 10

Film streaming gratis senza registrazione: ecco come vederli