Le migliori piattaforme elearning gratuite e open source

Le migliori piattaforme elearning gratuite e open source

Le piattaforme di elearning sono uno strumento indispensabile per chi deve gestire classi virtuali e l’apprendimento da remoto.

Le piattaforme di elearning sono un validissimo alleato della formazione a tutti i livelli. Dalla scuola dell’obbligo ai corsi professionali, la loro utilità non è solo quella di sostituirsi all’insegnamento in presenza. Anzi, per molti aspetti questa funzione dell’elearning è quella meno rilevante.

Il vantaggio dei sistemi di gestione della classe 2.0 o della classe smart vanno molto oltre. Già il fatto di avere a disposizione un unico luogo in cui raccogliere il materiale didattico, i lavori degli studenti e in generale tutta la “vita” della classe sarebbe sufficiente. Ma le piattaforme di elearning sono diventate improvvisamente famose al grande pubblico all’inizio del 2020, in occasione della chiusura forzata delle scuole in alcune regioni italiane. Per chi si deve attrezzare, o deve progettare un sistema di apprendimento a distanza, ecco alcune delle principali piattaforme di elearning.

Moodle, il “WordPress” delle piattaforme elearning

Fra le piattaforme gratuite e Open Source, Moodle è probabilmente quella più famosa. Esiste dal 2002 ed è molto utilizzata in tutto il mondo. Si tratta di un LMS (Learning Management System) piuttosto potente, e negli anni si è arricchito di funzionalità, plugin e temi, anche di terze parti.

Piattaforme Elearning Moodle

Purtroppo, accanto a numerosi pregi e a una grande diffusione, che rende piuttosto facile appoggiarsi alla community in caso di problemi, non è esente da qualche difetto. Prima di tutto gli aggiornamenti, soprattutto dalle versioni più datate, non sono così semplici e immediati. Poi, il sistema di gestione, rinnovato solo in parte, inizia a risentire del passare degli anni, rendendo alcune operazioni stranamente macchinose per gli standard di oggi.

OpenOLAT, LMS dalla vicina Svizzera

La Svizzera non appare molto spesso fra le “cronache” dei software e dei servizi digitali, ma quando succede, è una garanzia. Pensiamo per esempio al celebre Protonmail o al sistema di archiviazione pCloud. OpenOLAT è un software LMS svizzero, ampiamente diffuso e disponibile anche in forma completamente Open Source.

LMS OpenOLAT

Come la maggior parte degli strumenti di elearning contiene strumenti per la gestione dei corsi, dei materiali didattici, degli esami e praticamente di tutte le funzioni necessarie per gestire una classe virtuale. Dal punto di vista utente ha un aspetto pulito e razionale, che aiuta a gestire l’apprendimento in modo ordinato.

Ilias, elearning tedesco

Per chi cerca una soluzione e-learning pulita, lineare e senza troppi fronzoli, ILIAS è senza dubbio una buona soluzione. Lo testimonia il fatto che lo stesso sito ufficiale è realizzato in larga parte usando la piattaforma stessa.

Piattaforma elearning Ilias

Si tratta di un sistema di apprendimento remoto piuttosto diffuso soprattutto in Europa, focalizzato soprattutto sulla gestione semplice e immediata dei materiali dei corsi. Probabilmente manca di alcune funzioni più avanzate, ma è un’ottima scelta per una gestione basilare, per esempio dei materiali didattici.

Forma LMS

Sul lato opposto dello spettro troviamo Forma LMS, pensato per creare portali per l’apprendimento a distanza ricchi di funzionalità. Fra le sue caratteristiche principali, oltre alla gestione ordinaria dei corsi c’è la possibilità di gestire webinar, creare report avanzati e gestire attestati e certificazioni.

Forma LMS

Peraltro è una delle poche piattaforme a essere dichiaratamente responsive, cioè in grado di funzionare bene sui dispositivi mobili.

Altre piattaforme di elearning che meritano di essere menzionate

Anche il mondo del software per l’apprendimento a distanza offre una scelta di prodotti enorme, anche volendosi limitare a quelli Open Source o comunque gratuiti. Oltre a quelli principali visti in questa guida citiamo anche:

Sakai, particolarmente diffuso in UK;
Chamilo, gestito dall’omonima associazione e diffuso soprattutto nei paesi di lingua spagnola.

Fonte foto copertina: pexels.com/photo/notes-macbook-study-conference-7102/

ultimo aggiornamento: 03-03-2020

X