Allarme migranti, barcone in avaria al largo della Libia. A bordo ci sarebbero venti persone tra cui donne e bambini.

Torna in primo piano la questione migranti dopo la richiesta di aiuto da parte di un gommone con venti persone a bordo che ha fatto sapere di essere in difficoltà al largo della Libia.

Migranti, gommone in avaria al largo della Libia. Otto dispersi

La notizia è stata diramata da Alarm Phone, la linea di emergenza per le imbarcazioni che si trovano in mare. A richiedere aiuto è stato un gommone che ha inviato la sua richiesta intorno alle sei della mattina del 10 aprile chiedendo un intervento da parte delle autorità competenti.

Migranti Mediterranea
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/Mediterranearescue

Stando a quanto riferito ci sarebbero anche otto dispersi. Il barcone, a bordo del quale ci sarebbero venti persone tra cui donne e bambini, avrebbe iniziato a imbarcare acqua e rischierebbe di affondare.

L’appello dell’Ong Mediterranea: È necessario un intervento urgente per salvare queste persone

Alarm Phone ha fatto sapere di aver allertato tutte le autorità competenti girando la richiesta di aiuto inviata dall’equipaggio del gommone. La prima risposta pubblica è stata quella dell’Ong Mediterranea che ha chiesto un intervento immediato

È necessario un intervento urgente per salvare queste persone“, ha scritto l’Ong sui propri profili social.

La Libia è ancora un porto sicuro?

La questione si sposta come sempre su chi debba farsi carico delle persone a bordo del gommone. Nelle scorse settimane Matteo Salvini aveva confermato che la Libia deve essere considerato come un porto sicuro, anche se la guerra che sta travolgendo il paese lascia interdetti gli osservatori internazionali che sperano in un intervento da parte di Roma o Malta.


Stupratori assolti perché vittima troppo ‘mascolina’, la Cassazione fa un passo indietro

Ilaria Cucchi: Delle scuse di Matteo Salvini non me ne farei niente