Sbarcano i migranti a bordo della Gregoretti, una nave della Guardia Costiera con 135 persone salvate da un peschereccio.

ROMA – Termina il nuovo braccio di ferro sui migranti: sbarcano le persone che si trovavano a bordo della nave Gregoretti della Guardia Costiera.

I 135 profughi erano stati salvati nel pomeriggio del 25 luglio da un peschereccio e poi trasbordati nella notte sull’imbarcazione Gregoretti.

Sbarcano i migranti a bordo della nave Gregoretti

Matteo Salvini ha annunciato lo sbarco delle persone a bordo della nave sottolineando di aver avuto la certezza che nessuno dei soggetti soccorsi resterà a carico degli italiani.

Guardia Costiera Gregoretti
fonte foto https://twitter.com/PLanciani

Nave Gregoretti ad Augusta: sbarcano le prime persone

Nelle ore precedenti allo sbarco il Ministero aveva dato l’ok allo sbarco di una donna incinta con la sua famiglia e di 16 minori a bordo dell’imbarcazione. Berlino si dice pronta ad accogliere i profughi.

“Accogliamo con favore il fatto che cinque Stati membri si siano impegnati a ricollocare le persone a bordo della Gregoretti. Questo risultato è stato possibile grazie agli intensi sforzi della Commissione e le risposte positive degli Stati membri”.

Il ricollocamento: la conferma di Bruxelles

La richiesta di ricollocamento dei migranti a bordo della Guardia Costiera è stata confermata da un portavoce di Bruxelles: “Questa mattina – si legge – ha ricevuto dall’Italia una richiesta di svolgere un ruolo di coordinamento attivo per facilitare lo sbarco dei migranti soccorsi che si trovano attualmente a bordo della nave della Guardia Costiera italiana Gregoretti“.

La Commissione Europea ha precisato: “Come già fatto in passato in molti casi simili, prenderemo contatti con gli altri Stati membri“.

Il divieto del Viminale

In un primo momento i militari italiani avevano chiesto il permesso di poter sbarcare sull’isola di Lampedusa ma il Viminale aveva negato l’attracco. “Il Governo – si legge in una nota riportata dal sito di La Repubblicaha ufficialmente interpellato la Commissione Europea affinché coordini le operazioni di ricollocazione degli immigrati che attualmente sono a bordo di una nave della Guardia Costiera italiana. Si tratta di 135 persone. In attesa di risposte ufficiali, non è stato indicato alcun porto di sbarco“.

Di seguito il tweet di Matteo Salvini sulla vicenda

Imbarcazione in difficoltà al largo di Malta

Un’altra imbarcazione è in difficoltà al largo di Malta. A riferire la vicenda è stato Alarm Phone che ha chiesto un intervento per portare in salvo le 60 persone che sono da più di 40 ore in mare. Nelle ore successive l’associazione ha scritto di un salvataggio da parte di Malta anche se non si hanno dettagli sull’operazione.

fonte foto copertina https://twitter.com/PLanciani

Coronavirus, online la nuova autocertificazione


Migranti, altri ottanta arrivano in Italia con sbarchi fantasma

Addio a Raffaele Pisu, icona del cinema e della televisione