Migranti, la Mare Jonio soccorre 49 persone. Dura la reazione del Viminale

Migranti, la Mare Jonio entra nel porto di Lampedusa scortata dalle autorità italiane

La Mare Jonio soccorre 49 migranti in difficoltà nel Mediterraneo. Il Viminale: “Acque territoriali italiane chiuse alle ONG”.

ROMA – Il ritorno in mare delle ONG riapre la polemica migranti. Nel pomeriggio di lunedì 18 marzo 2019 la Mare Jonio ha soccorso 49 persone in difficoltà nel Mediterraneo ed ha già avanzato la richiesta di un porto sicuro.

Ong entra nel porto di Lampedusa

La nave dell’Ong si trova a un miglio da Lampedusa. Stando al personale dell’imbarcazione a bordo ci sarebbero 49 migranti tra cui dodici minorenni. Chiara e immediata la risposta di Matteo Salvini: I porti sono chiusi.

Intorno alle 19.00 la Mare Jonio ha iniziato le operazioni per l’ingresso nel porto di Lampedusa. La decisione dovrebbe dipendere dalle condizioni climatiche avverse.

Mediterraneo Mare Jonio
fonte foto https://twitter.com/Mediterranearescue/

Migranti, braccio di ferro ONG-Italia: chiuse le acque territoriali

Il ministro Salvini sta per firmare una direttiva che sarà invita a tutte le autorità interessate per stoppare definitivamente le azioni illegali delle ONG. La priorità rimane la tutela delle vite ma subito dopo è necessario agire sotto il coordinamento delle autorità nazionali competente secondo le regole internazionali della ricerca in soccorso in mare. Qualsiasi comportamento difforme può essere letto come un’azione premeditata per trasportare in Italia immigrati clandestini e favorire il traffico di essere umani“, avevano fatto sapere dal Viminale in seguito al salvataggio di 49 persone da parte della nave dell’Ong.

Nella missiva – come confermato nei giorni scorsi – ci dovrebbe essere la chiusura delle acque territoriali italiane. Una scelta che costringerebbe la Mare Jonio ad attraccare in un’altra nazione. Ma la ONG batte bandiera italiana e per questo una crisi diplomatica sembra essere alle porte.

L’imbarcazione ha già avanzato la richiesta di un porto sicuro ma da Roma c’è stato il no più la firma della direttiva. Il braccio di ferro sembra essere appena iniziato ed è possibili che duri ancora per diversi giorni. Mare Jonio, intanto, dopo aver salvato i 49 migranti si dirige verso le acque territoriali italiane in attesa di capire dove poter far sbarcare i migranti. E nelle prossime ore questa crisi potrebbe aumentare visto che in acqua ci sono anche altre ONG. Per loro è iniziata la fase di monitoraggio ma a breve potrebbe esserci anche quella di soccorso.

fonte foto copertina https://twitter.com/RescueMed

ultimo aggiornamento: 19-03-2019

X