Migranti, scontro tra Francia e Italia. Matteo Salvini diserta il vertice convocato da Macron a Parigi e attacca: “Se vuole parlare di migranti venga a Roma”.

Migranti, è scontro tra Italia e Francia. Quattordici paesi europei hanno trovato un’intesa a Parigi per la redistribuzione dei migranti da avviarsi immediatamente, ossia nel momento in cui avviene lo sbarco in uno dei porti del Mediterraneo.

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Vertice a Parigi

Hanno preso parte all’accordo Francia, Germania, Portogallo, Lussemburgo, Finlandia, Lituania, Croazia e Irlanda. Altri paesi si sono detti disponibili a collaborare, ma nella lista manca l’Italia, che ha disertato la riunione parigina e si è detta contraria ai termini dell’accordo raggiunto.

Da Parigi fanno sapere che l’accordo è stato studiato proprio per rispondere ai tanti appelli del governo italiano che in questo mesi ha chiesto all’Europa di prendere posizione e di non lasciare Roma da sola.

L’idea di fondo è che l’Italia debba aprire i suoi porti alle navi che soccorrono i migranti, In cambio i paesi europei si impegnano per un rimpatrio rapido ed immediato. E soprattutto certo.

Emmanuel Macron
Emmanuel Macron

Salvini diserta l’incontro e attacca Macron. Nuovo scontro tra Italia e Francia sui migranti

L’assenza dell’Italia all’incontro non ha fatto piacere a Macron che non ha risparmiato frecciatine al ministro dell’Interno italiano. Il leader della Lega dal suo canto ha etichettato il vertice parigino come un flop. Il titolare del Viminale ha poi voluto ricordare al presidente francese che l’Italia non è più il campo profughi dell’Europa.

“L’Italia ha rialzato la testa, non prende ordini e non fa la dama di compagnia: se Macron vuole discutere di immigrati venga pure a Roma”, ha fatto sapere Salvini icon un intervento non propriamente diplomatico.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 24-07-2019


Chi finanziava Savoini e i suoi viaggi in Russia?

Tensione al Governo, salta il cdm sull’Autonomia?