Milan, con Giuntoli potrebbe arrivare anche Antonio Conte

Il direttore sportivo del Napoli, sempre più vicino al Milan, potrebbe aprire a una rivoluzione tecnica che riguarderebbe anche la panchina.

Antonio Conte non è più l’allenatore del Chelsea. Cristiano Giuntoli ha rifiutato il prolungamento con il Napoli di De Laurentiis. Due nomi caldissimi per il futuro del Milan stanno muovendo in questi giorni i primi passi di avvicinamento alla società rossonera.

Sul futuro del direttore sportivo ci sono sempre più certezze: dovrebbe essere lui il sostituto di Massimiliano Mirabelli scelto da Elliott. Ma se prima si pensava che Giuntoli avrebbe portato al Milan Sarri, tecnico con il quale ha lavorato a Napoli in piena sintonia, quest’oggi il nome più caldo per la panchina sembrerebbe essere diventato quello di Antonio Conte.

Milan, Giuntoli e Conte nel futuro

Secondo quanto riferito da Enzo Bucchioni nel suo editoriale su Tuttomercatoweb, il fondo Elliott avrebbe le idee chiarissime per il futuro nel medio e lungo periodo. Per ora si andrebbe avanti con Gattuso in panchina e la coppia Fassone-Mirabelli alla guida della dirigenza. Ma si tratterebbe di una situazione a tempo determinato.

E il ‘no’ di Giuntoli a De Laurentiis fa percepire che qualcosa di concreto potrebbe essersi già mosso tra l’attuale ds del Napoli e il Milan. Con l’arrivo della nuova figura dirigenziale, il futuro di Gattuso potrebbe tornare in bilico, salvo clamorosi risultati sportivi (positivi) in questa stagione. E allora ecco che il Milan avrebbe già pronta la carta giusta per sostituirla, quell’Antonio Conte che, esonerato malamente dal Chelsea, avrà voglia di rivalsa e gradirà certamente un ritorno in Italia.

Nel video un tributo dei tifosi del Chelsea ad Antonio Conte:

Conte, l’uomo delle rinascite

Se il nome di Giuntoli potrà far sognare relativamente i tifosi, quello di Conte è certamente un nome-garanzia per il progetto di Elliott. L’allenatore leccese è tra l’altro un esperto di rinascite, e in questo momento al Milan sarebbe l’uomo giusto. Con lui è infatti iniziato il ciclo vincente della Juventus, che veniva da due settimi posti consecutivi, e che oggi può permettersi di puntare sfacciatamente alla Champions con Cristiano Ronaldo. Con lui è risultata competitiva la Nazionale italiana anche in un momento tecnicamente buio come quello degli scorsi europei. Con lui il Chelsea è tornato a vincere una Premier nell’anno più complicato, con Guardiola al City, Mourinho allo United, il Tottenham trascinato da Harry Kane e l’Arsenal ancora pienamente nelle mani di Wenger. Insomma, la sfida del Milan attuale potrebbe essere pane per i denti di un allenatore capace di ricostruire dalle macerie.

Antonio Conte
fonte foto https://www.facebook.com/antonioconteofficialpage/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 13-07-2018

Mauro Abbate

X