Giacomo Bonaventura si rivedrà nella stagione 2019/20 e così il Milan dovrà sostituire il centrocampista. Paquetà arriverà nelle prossime settimane. In più i rossoneri guardano a Paredes e Fabregas.

La notizia era attesa e il responso medico-chirurgico ha confermato che per Giacomo Bonaventura la stagione è già finita. Il centrocampista rossonero è stato operato negli Stati Uniti al ginocchio. Ecco la nota ufficiale del club di via Aldo Rossi: “AC Milan comunica che oggi Giacomo Bonaventura è stato operato a Pittsburgh, a seguito della lesione osteocondrale del ginocchio sinistro. L’intervento di riparazione della cartilagine, eseguito dai chirurghi Volker Musahl e Freddie Fu alla presenza dello staff sanitario del Milan, è perfettamente riuscito e i tempi di recupero sono stimati in 8-9 mesi“.

Prima soluzione per sostituire Jack

Bonaventura è un elemento chiave nello scacchiere di Gattuso: l’ex Atalanta, infatti, è in grado di ricoprire più ruoli e il più abile a andare in rete dopo gli attaccanti. Come prima soluzione, il tecnico rossonero è passato al 4-4-2, con la variabile ulteriore del 3-5-2. Per gennaio il Milan potrà contare su Lucas Paquetà: il brasiliano ha salutato il Flamengo, pronto a iniziare la nuova avventura in rossonero dove l’idea di Gattuso sarebbe quella di provare il classe ’97 come mezzala a centrocampo, proprio nella posizione di Bonaventura.

Lucas Paqueta
Fonte foto: https://www.facebook.com/profile.php?id=100027294908039

Un altro centrocampista

Oltre a Paquetà, il Milan ha in mente di operare sul mercato alla ricerca di un centrocampista più di ruolo: Leonardo è sempre sulle tracce di Leandro Paredes dello Zenit ma le esose richieste del club russo (30 milioni, ndr) potrebbero convincere i rossoneri a cambiare obbiettivo, soprattutto in relazione alle sanzioni Uefa. Un altro elemento che piace al Milan è Cesc Fabregas, 31enne del Chelsea in scadenza di contratto. Nel caso dello spagnolo l’impatto economico sarebbe più contenuto ma a quanto pare Maurizio Sarri non vorrebbe disfarsi dell’ex Arsenal e Barcellona.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione


1993, Milan-Parma 0-1: Asprilla spezza la lunga serie rossonera

Truffa e appropriazione indebita, sequestro dei beni per Massimo Ferrero