Demetrio Albertini: “Milan, manca un bomber. Deluso da Kalinic”

“Speravo fosse più goleador”. Demetrio Albertini ha parlato di Kalinic, ma non solo: l’ex centrocampista rossonero ha elogiato Rino Gattuso.

“Le aspettative create dalla nuova società erano alte e adesso disattese”. Ai microfoni di GazzaMercato, l’ex centrocampista rossonero, Demetrio Albertini, ha parlato del nuovo Milan cinese. “Purtroppo – ha aggiunto – la mancata sinergia tra Montella e la società ha sfaldato il gruppo, il tutto si è poi acuito in conseguenza dei risultati negativi facendo scemare l’entusiasmo. I giocatori, al di là di tutto, necessitano di riscoprire, e talvolta maturare, un senso di appartenenza che oggi manca sempre di più e che è determinante per raggiungere successi in campo come nella vita”.

Mercato Milan, a gennaio solo cessioni

Albertini non ha condiviso alcune scelte di mercato fatte in estate: “Vedo che in rosa, nonostante il patrimonio speso, manca un vero cannoniere che risolva anche le partite più difficili e ciò è inconcepibile. A parte gli scherzi quest’estate avrei investito su Belotti, il quale però, per adesso, sta arrancando. Confidavo molto in Kalinic, sono rimasto deluso perché speravo fosse più goleador”.

Serie A, 22esima giornata: Milan-Lazio sabato 28 gennaio alle ore 18

Nel corso dell’intervista, fra le altre cose, Albertini ha speso parole d’elogio per Rino Gattuso: “Ho fiducia in Rino, ma un conto è fare il giocatore, un conto è fare l’allenatore. Lui ha un amore incondizionato per questi colori e spero che, con la sua grinta, possa trasferirlo ai suoi giocatori insieme alle sue idee tecnico-tattiche. Credo che “Ringhio” abbia assimilato questo senso di appartenenza ai colori rossoneri, sia dentro che fuori dal campo”.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 25-01-2018

Salvo Trovato

X